Sabato 18 Gennaio 2020

Sanità

Natale alla Clinica Oncologica di Chieti,acceso l'albero, tanta la commozione

09/12/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Natale alla Clinica Oncologica di Chieti,acceso l'albero, tanta la commozione

Un' iniziativa volta a far sentire l'atmosfera natalizia anche nel reparto e che è piaciuta molto sia ai pazienti che al personale della Asl

L'emozione della ragazza che ha collocato il puntale sull'albero, la voce carica di emozione del direttore Clara Natoli, le lacrime della psiconcologa Anna Di Profio per aver finalmente portato l'atmosfera delle feste nei corridoi, negli ambulatori, nelle sale del day hospital. E' il Natale della Clinica Oncologica di Chieti, dove questa mattina è stato acceso l'albero addobbato con le decorazioni realizzate nelle scorse settimane da pazienti, familiari, tirocinanti e terapisti della riabilitazione.

 

Un lavoro fatto con passione, cura dei particolari e con quello spirito di condivisione assolutamente prezioso per quanti affrontano un percorso lungo e impegnativo come quello oncologico. È stato proprio questo l’aspetto sottolineato durante la cerimonia, breve ma molto partecipata e densa di significati: per malati sottoposti a terapie prolungate nel tempo fare gruppo, sentirsi parte di un percorso comune aiuta e migliora la risposta individuale al percorso di cure. Insieme, dunque, si diventa più forti e, come in questo caso, c’è modo di sviluppare manualità e creatività. Il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, presente in Oncologia, ha sottolineato il valore della partecipazione al tema della festa dei malati e di quanti hanno collaborato alla realizzazione degli addobbi: «La salute e la malattia non conoscono festa - ha aggiunto -, ma noi possiamo essere ancora più vicini e solidali con i malati in queste giornate. Ci prendiamo cura della persona, anche attraverso l’allestimento del Natale in ospedale». Ad animare la mattinata ha contribuito l’Associazione “Giuseppe Verdi” con la banda di Cepagatti, diretta dal Maestro Nicola Graziano.

 

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Lo sportello, realizzato in collaborazione con il Consorzio Sgs e la cooperativa "La rondine", sarà attivo da lunedì prossimo, 20 gennaio, presso le sedi del Servizio Dipendenze (Ser.D.) di Lanciano, Vasto e Chieti, dal lunedì al venerdì dalle ore 18 alle 20, e il sabato dalle ore 11 alle 13.

La sua storia affonda le radici in tempi lontani, a raccontarla ci sono le foto rigorosamente in bianco e nero e i ricordi di chi da decenni conosce e frequenta lo studio radiologico “Gaetano Colalè”, una struttura che per professionalità e lungimiranza ha precorso i tempi, conquistando un ruolo importante nel panorama della sanità abruzzese.

Eccola la Tac gioiello, tanto invocata e attesa a Vasto. C’è ed è pienamente operativa, già utilizzata nelle sedute con i pazienti.

"L'ospedale di Avezzano e il presidio Sanitario di Sulmona non sono una priorità per questa maggioranza, tanto da venire completamente ignorati nel Defr, documento economico finanziario regionale, in cui non compaiono neanche una volta".