Giovedì 09 Luglio 2020

Sanità

L'Aquila, “Stanza Rosa” per le vittime di violenza al pronto soccorso del San Salvatore

30/06/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
L'Aquila, “Stanza Rosa” per le vittime di violenza al pronto soccorso del San Salvatore

Dopo un iter articolato di interventi avviati da tempo, giovedì 2 luglio alle ore 9:00, si inaugura al pronto soccorso del San Salvatore la “Stanza Rosa” per le donne e tutte le vittime di violenza. Progetto promosso dal Soroptimist Club L’Aquila

La cerimonia, in forma contenuta in osservanza delle disposizioni Covid19, si terrà alla presenza del direttore generale ASL1 Abruzzo, prof. Roberto Testa, ai medici che hanno attivamente partecipato all’iniziativa, Anna Rita Gabriele e Luigi Valenti e altre autorità della locale ASL unitamente ad una rappresentanza del Soroptimist Club L’Aquila, tra cui Marina Aquilio e le Past President Lea Contestabile e Paola D’Ascanio, tra le prime ad essersi impegnate nella realizzazione del progetto.

“Con l’allestimento della “Stanza Rosa” - sottolinea Francesca Pompa, presidente Soroptimist Club L’Aquila – completamente arredata dal nostro Club, l’obiettivo è di creare al pronto soccorso uno spazio protetto, un percorso speciale per le donne e tutte le vittime di violenza, in modo da effettuare un’attenta valutazione e osservazione del caso e stabilire modalità d’intervento con risposte immediate, adeguate e coordinate”.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

L'Aquila Asl L'Aquila

Potrebbero interessarti

Infiltrazioni d'acqua ripetute nel tempo e presenza di un solaio “Sapal”, materiale molto in uso negli anni ‘50 e particolarmente esposto a fenomeni di distacco: queste le cause che hanno generato il crollo di una porzione di controsoffitto in due stanze della Chirurgia dell'ospedale di Vasto, coinvolgendo anche la sovrastante Sala parto.

E' la prima volta che la Regione predispone un piano normativo su questa sindrome che colpisce sempre più persone. Soddisfatto Guerino Testa firmatario insieme a Mario Quaglieri della proposta.

Il manager della Asl Lanciano Vasto Chieti ha inviato un resoconto, dove sono indicati numeri, criticità e soluzioni adottate”.

«Sono sconcertato dalla posizione assunta dal Sindaco di Vasto. Questa Direzione sta facendo salti mortali per mettere riparo in ospedale a una situazione lasciata colpevolmente in abbandono per decenni, e lui porta le carte in Procura»: il Direttore generale della Asl, Thomas Schael, ha parole durissime verso il primo cittadino in merito ai problemi strutturali del “San Pio” che hanno causato, com'è noto, il crollo parziale del soffitto in una stanza della Chirurgia, determinando il trasferimento delle degenze in un'altra ala e la chiusura della sala parto. Il tema sarà al centro di un vertice convocato per domani mattina nell’Assessorato regionale alla Salute.