Marted 12 Novembre 2019

Sanità

Lavori Pronto soccorso ospedale di Lanciano, Schael rafforza pronto soccorso con 12 Oss

29/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Lavori  Pronto soccorso ospedale di Lanciano, Schael rafforza pronto soccorso con 12 Oss

Verificare lo stato del “cantiere amianto” in Pronto soccorso e in generale all’ospedale di Lanciano. Una finalità chiara per la visita di Thomas Schael al “Renzetti”,

Per consentire i lavori in corso è stato attivato un percorso alternativo interno per raggiungere la Radiologia e gli altri reparti. Modifiche ha subito anche parte dell’organizzazione degli ambulatori e sale di attesa, dislocati in modo tale da non arrecare disagio all’utenza. Proprio per agevolare le attività e facilitare il trasporto dei pazienti nel percorso interno, il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti ha voluto irrobustire la dotazione organica del Pronto soccorso con l’attribuzione di altri 12 operatori socio sanitari, che hanno preso servizio già da ieri. Schael ha visitato anche la Pediatria, dove i lavori della prima fase sono conclusi, mentre la seconda prenderà avvio la prossima settimana. Prima di approdare in ospedale il direttore generale ha partecipato ai lavori del convegno sullo screening per il tumore alla cervice uterina, al Polo museale, dove sono stati presentati i dati di attività relativi alla provincia di Chieti: risultati soddisfacenti, li ha definiti Schael, con una copertura della popolazione target che supera il 60%.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Lo rileva unimportante Studio presentato a Chicago dal Servizio di Sanità animale della Asl Lanciano Vasto Chieti che sotttolinea I pericoli per l’uomo legati al consumo di carne cruda

L'assessore regionale alla Sanità commenta la vicenda dell'annullamento da parte del direttore generale Thomas Schael dell'acquisto per due angiografi, ordinati dai precedenti vertici aziendali.

L'importante strumento entrerà in funzione da domani mattina con i primi esami nell'ambito dello screening senologico

Una foto pubblicata dai dipendenti Asl sul proprio account Facebook, Twitter, Instagram o Linkedin e un hashtag per essere protagonisti della campagna antinfluenzale e dare il buon esempio.