Mercoledì 06 Luglio 2022

Sanità

Lanciano, Dopo di Noi, Disabilità gravissima, sostegno al ruolo caregiver, ecco i tre avvisi pubblicati dall'ambito sociale n.11 Frentano

01/03/2022 - Redazione AbruzzoinVideo

Stamane la conferenza stampa a Lanciano, comune capofila dell'ambito distrettuale sociale, per presentare nel dettaglio gli interventi che prevedono fondi per 750mila euro e per spiegare come accedere ai benefici.

Lo sviluppo degli interventi e dei servizi necessari per la progressiva definizione dei livelli essenziali delle prestazioni sociali a favore della disabilità sono confluiti nei tre avvisi pubblicati dall’Ambito distrettuale sociale n. 11 frentano che ha come capofila il comune di Lanciano- ECAD e comprende i comuni di Castel Frentano, Fossacesia, Frisa, Mozzagrogna, Rocca San Giovanni, Santa Maria Imbaro, San Vito Chietino, Treglio.

L’ammissione ai benefici è subordinata alla valutazione multidimensionale dell’UVM, presso il Distretto sanitario di Lanciano, costituito dall’ equipe multi professionale in cui sono presenti sia le componenti cliniche che sociali. Dopo la valutazione positiva dell’UVM, l’assegno verrà erogato solo successivamente alla sottoscrizione dell’Accordo di Fiducia e rimodulazione del PAI. La mancanza di sottoscrizione del suddetto accordo è causa di decadenza dai contributi.

“Con la messa in campo di queste importanti risorse economiche dell’Ambito Distrettuale 11 Frentano – ha dichiarato l'assessore alle politiche sociali Cinzia Amoroso nel corso di una conferenza stampa - intendiamo dare una risposta immediata e concreta ai bisogni delle persone disabili e delle loro famiglie, aggravati nel periodo pandemico, al fine di favorire l’autonomia e la permanenza o il rientro a domicilio della persona non autosufficiente, perfettamente in linea con la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.  L'amministrazione comunale ha come priorità quella di rimettere al centro dell'azione di Governo l'impegno per le persone fragili e diversamente abili"

Ecco nel dettaglio le singole azioni previste dagli avvisi.

1 Benefici a sostegno del ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare € 99.434,00

L’avviso è finalizzato ad erogare interventi di sollievo e sostegno del ruolo di cura e di assistenza dei caregiver familiari che assistono un congiunto non autosufficiente e non in grado di prendersi cura di sé nelle attività della vita quotidiana nell’ambiente domestico, nella vita di relazione e nella mobilità, interagendo con gli operatori che forniscono attività di cura e assistenza.

Sono erogabili i seguenti interventi:

AZIONE 1) Assegni di cura per persone in condizione di disabilità grave o gravissima, finalizzati all’assistenza (diretta o indiretta) della persona con grave o gravissima disabilità nel cui Progetto di Assistenza Individualizzato (PAI) sia individuato il caregiver familiare in possesso dei requisiti previsti all’art. 1, comma 255, della legge 30 dicembre 2017, n. 205. L’importo massimo mensile è di € 400,00 per 12 mensilità ridotto fino alla concorrenza di tutti i contributi compresi i voucher di € 1.200,00 mensili.

AZIONE 2) Contributi una tantum a favore dei caregiver di coloro che non hanno avuto accesso alle strutture residenziali a causa delle disposizioni normative emergenziali; l’intervento è rivolto ai caregiver familiari delle persone non autosufficienti o con disabilità grave, già valutate dagli Organismi preposti e in lista per l’accesso alle unità di offerta residenziali. È previsto un contributo una tantum di € 600,00 per il lavoro di cura prestato dal caregiver.

AZIONE 3) Sostegni a Programmi di accompagnamento finalizzati alla deistituzionalizzazione al ricongiungimento del caregiver con la persona assistita. Si tratta di Assegni di cura finalizzati all’acquisto di servizi di cura a favore di persone istituzionalizzate con grave disabilità al fine di facilitare il loro rientro in famiglia e alleggerire l’onere del lavoro di cura del caregiver familiare. 

È possibile richiedere solo uno degli interventi sopra indicati; non si possono erogare a carico del Fondo più interventi che riguardino lo stesso assistito o più interventi di cui beneficia il medesimo caregiver familiare. 

1) Avviso per accesso agli assegni di disabilità gravissima (F.N.N.A.) € 331.677,00

L’avviso pubblico per l’assegno di disabilità gravissima, quale beneficio economico, in assenza di altri servizi domiciliari, in favore di persone in condizione di disabilità gravissima, ivi inclusi quelli a sostegno delle persone affette da sclerosi laterale amiotrofica (Sla), di cui all’art. 3 del Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 26.09.2016 e delle persone con Stato di Demenza Molto Grave tra cui quelle affette dal Morbo di Alzheimer, in tale condizione e ritardi mentali gravi e profondi. Il contributo è da considerarsi quale intervento sostitutivo dei servizi domiciliari (A.D.I. e A.D.S.A.) a favore del caregiver per gli interventi a sostegno delle persone con disabilità gravissima. Rientrano in questa tipologia assistenziale le disabilità gravissime che richiedono un monitoraggio costante e continuativo e l’utilizzo di ausili permanenti all’interno del proprio ambiente di vita: le demenze gravi e l’Alzheimer, i ritardi mentali profondi, la S.L.A., S.M.A., le distrofie e le sclerosi multiple ed altre patologie neuro-degenerative gravi che si configurano come “dipendenza vitale”.

Per persone in condizione di disabilità gravissima, si intendono le persone beneficiarie dell’indennità di accompagnamento, di cui alla Legge 11 febbraio 1980, n. 18 o, comunque, definite non autosufficienti ai sensi dell’allegato 3 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 159 del 2013 e per le quali sia stata accertata almeno una delle seguenti condizioni stabilite dal D.M. del 26 settembre 2016: L’Assegno di Disabilità Gravissima è attivato, su richiesta, in favore dei nuclei familiari ed è finalizzato ad integrare le risorse economiche necessarie ad assicurare la continuità dell’assistenza alla persona in condizione di disabilità gravissima e a garantire alla stessa la permanenza nel proprio contesto abitativo, sociale ed affettivo, evitando, tra l’altro, il ricovero in strutture ospedaliere e/o residenziali. L’erogazione dell’assegno di disabilità gravissima è subordinata alla disponibilità del nucleo familiare ad assicurare la permanenza della persona al proprio domicilio. Tale disponibilità si realizza attraverso l’assistenza diretta da parte del nucleo familiare stesso, ovvero mediante ricorso all’assistenza indiretta della prestazione lavorativa di assistenti familiari. La disponibilità all’assistenza diretta e, qualora, ricorra il caso, l’individuazione dell’assistente familiare, deve essere formalizzata attraverso apposito accordo sottoscritto con il Servizio Sociale competente ed inserito nel progetto assistenziale individualizzato (PAI). L’entità dell’Assegno Disabilità Gravissima per le persone affette da Sla valutate positivamente dall’UVM è commisurata al livello di intensità assistenziale, per un importo minimo mensile di €. 400,00 ed un massimo di €. 1.000,00 per 12 mensilità mentre per gli altri casi di disabilità gravissima sempre valutati positivamente dall’UVM, l’entità dell’assegno è pari ad un importo mensile di €. 400,00 per 12 mensilità. La domanda può essere presentata da parte di tutti i cittadini con disabilità gravissima, residenti in uno dei Comuni ricompresi nel territorio dell’Ambito Distrettuale Sociale n. 11 “Frentano” e/o familiare (vedasi sentenza Trib.Milano Sez. IX Civile Decreto 03.11.2014; Tribunale Vercelli Sez. Civile sentenza del 16.10.2015), legale tutore/amministratore di sostegno o altro legittimato. La domanda dovrà pervenire entro e non oltre il 08.04.2022 (termine perentorio) direttamente al Comune di Residenza o mediante Pec o Raccomandata con ricevuta di ritorno.

2) Avviso per la presentazione di domande e per assegnazione contributi “Dopo di Noi” € 318.191,38

L’ avviso è finalizzato alla raccolta delle domande per l’assegnazione di contributi per la progettazione e realizzazione di interventi a favore di persone con disabilità grave prive del sostegno familiare “Dopo di Noi” – Legge n. 112/2016 La finalità è quella di progettare con le persone con disabilità, percorsi per assicurare adeguata assistenza e qualità della vita secondo le proprie specifiche esigenze ed aspirazioni, attraverso lo sviluppo e la realizzazione di progetti personalizzati. Le risorse assegnate dalla Regione Abruzzo all’Ambito Distrettuale Sociale n. 11 Frentano relative al Fondo Dopo di Noi sono così ripartite:

AZIONE “A1”: percorsi programmati di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare di origine ovvero per la deistituzionalizzazione anche prevedendo interventi di coinvolgimento delle strutture alloggiative già esistenti e autorizzate ai sensi della D.G.R. n.1230/2001 (art. 3 commi 2 e 3 DM 23.11.2016); Contributo max Euro 80,00 giornalieri Max n. 365 giorni complessivi -

AZIONE “A2”: soggiorni temporanei al di fuori del contesto familiare; Contributo max Euro 40,00 giornalieri 14 giorni; - AZIONE “B”: interventi di supporto alla domiciliarità in soluzioni alloggiative che presentino caratteristiche di abitazioni, inclusa l’abitazione di origine, o gruppi-appartamento o soluzioni di co-housing che riproducano le condizioni abitative e relazionali della casa familiare, ai sensi dell’articolo 4 della legge n.112 del 2016 e dell’articolo 3 comma 4 del Decreto attuativo del MLPS del 23.11.2016; Contributo minimo Euro 400,00 mensile per 12 mesi;

AZIONE “C”: programmi di accrescimento della consapevolezza e per l’abilitazione e lo sviluppo delle competenze per favorire l’autonomia delle persone con disabilità grave e una migliore gestione della vita quotidiana con i laboratori di autonomia (art 3. comma 5) con un contributo max € 25,00 giornaliero max 3.500,00 procapite e con tirocini per l’inclusione sociale (art 3. comma 6) con un contributo max € 300,00 mensili (indennità di partecipazione) Max 1.800,00. Le domande possono essere presentate da parte di tutti i cittadini residenti nei comuni dell’Ambito Distrettuale Sociale n.11 Frentano e/o familiare, legale tutore/amministratore di sostegno o altro legittimato, entro il termine del 08.04.2022 (termine perentorio) direttamente al Comune di Residenza o mediante Pec o Raccomandata con ricevuta di ritorno.

La modulistica può essere visionata e scaricata sul sito ufficiale e all’Albo Pretorio On line del Comune di Lanciano www.lanciano.eu. e dei comuni dell’ADS 11 Frentano. Per informazioni rivolgersi a: 

Ente di Ambito Distrettuale Sociale n. 11 “Frentano” – ECAD Lanciano – Assessorato Politiche Sociali - Via dei Frentani, 27 - Tel. 0872707645 Giorni ed orari apertura Segretariato Sociale lunedì 9.00-12.00 martedì 15,30-17,30 venerdì 9.00-12.30 Pec ambito11@pec.lanciano.eu Sito istituzionale www.comune.lanciano.chieti.it

PUA (Punto Unico d’Accesso) presso Distretto Sanitario Via Don Minzoni – Lanciano tel. 0872.706911 – 706957 (referente Dott.ssa Anisia Malandra) Giorni ed orari di apertura PUA: dal lunedì ore 8,00/13,30 - giovedì ore 8,00/13,30 -

Comune Mozzagrogna – Piazza San Rocco, 1 – tel. 0872.600111 Giorni ed orari apertura Segretariato Sociale giovedì 8:30 – 12:30 PEC: comune.mozzagrogna@legalmail.it Sito Web: www.comunemozzagrogna.it - Comune Rocca San Giovanni - Piazza degli Eroi, 14 – tel. 0872.60121 Giorni ed orari apertura Segretariato Sociale: mercoledì 9:00- 14:00 e 15:00 – 18:00 PEC: comune.roccasangiovanni@pec.it Sito Web: www.comuneroccasangiovanni.it - Comune Treglio - Largo Vescovile, 1 – tel. 0872.54132 Giorni ed orari apertura Segretariato Sociale lunedì 9:00 – 13:00 PEC: treglio@legalmail.it Sito Web: www.comune.treglio.chieti.it -

Comune Frisa – Piazza Principe di Piemonte, 16 – tel. 0872.588056 Giorni ed orari apertura Segretariato Sociale lunedì 9:00 – 12:00 PEC: protocollo@pec.comune.frisa.ch.it Sito Web: www.comune.frisa.ch.it -

Comune di Fossacesia – - Via Marina, 18 - tel. 0872.608740 Giorni ed orari apertura Segretariato Sociale martedì e giovedì 9:00 – 12:00 PEC: comune@pec.fossacesia.org Sito Web: https://fossacesia.org -

Comune Santa Maria Imbaro– via Piane, 12 – tel. 0872.579025 Giorni ed orari apertura Segretariato Sociale lunedì 10:00 - 12:00 e martedì 15:00 - 17:00 PEC: comune.smimbaro@legalmail.it Sito web: www.comune.santamariaimbaro.ch.it - Comune di San Vito Chietino – Largo Altobelli, 1 – tel. 0872.619135 Giorni ed orari apertura Segretariato Sociale giovedì 9:00 – 13:30 e 15:00 – 16:00 PEC: protocollosanvitochietino@pec.it Sito Web: www.comunesanvitochietino.it

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Obiettivo prevenire situazioni di forte criticità.

L'assessore alla sanità della Regione Abruzzo fa alcune precisazioni dopo aver appreso della protesta del dottor Nando Del Giovane, in sciopero della fame da ieri davanti all’ospedale di Pescara.

Saranno posizionate ambulanze con infermiere di area critica per prestare soccorso qualificato in regime di urgenza. Per l’assistenza sanitaria di base, invece, i turisti potranno rivolgersi a medici di medicina generale e pediatri di libera scelta presenti sul territorio.

Il dottore ha guidato l’unità operativa negli ultimi anni ed è stato nominato a seguito di un avviso pubblico bandito dalla Asl Lanciano Vasto Chieti.