Venerdì 22 Ottobre 2021

Sanità

Inaugurati a Giulianova il Csm nell’ex Gualandi e l’Obi Covid al Pronto soccorso dell’ospedale di Giulianova

06/05/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Inaugurati a Giulianova il Csm nell’ex Gualandi  e l’Obi Covid al Pronto soccorso dell’ospedale di Giulianova

A tagliare il nastro Il direttore generale della Asl Maurizio Di Giosia, alla presenza del vescovo Lorenzo Leuzzi e del sindaco di Giulianova Jwan Costantini

Il direttore generale della Asl Maurizio Di Giosia, alla presenza del vescovo Lorenzo Leuzzi e del sindaco di Giulianova Jwan Costantini ha tagliato il nastro nella nuova sede del Centro di salute mentale, ospitato nell’’ex istituto Gualandi.

“L’inaugurazione del Centro di salute mentale è un ulteriore tassello nel potenziamento dei servizi sanitari sul territorio che la Asl di Teramo sta attuando”, ha dichiarato il direttore generale Di Giosia, affiancato dal direttore amministrativo Franco Santarelli e da quello sanitario Maurizio Brucchi, “Si tratta di un nuovo tipo di organizzazione della sanità, più moderna ed efficiente rispetto a quella tradizionale, una sanità ancor più vicina al cittadino e ai suoi bisogni”. Si è svolta poi una visita alla struttura che occupa, insieme al centro diurno, una superficie di circa 1.300 metri quadri. Poco dopo si è svolta l’inaugurazione delle cinque stanze di Osservazione breve al Pronto soccorso dell’ospedale di Giulianova. In questo caso il direttore Di Giosia ha tenuto a precisare che si tratta di interventi per dotare il Pronto soccorso di Giulianova di posti Obi per pazienti Covid positivi o sospetti, particolarmente utili in questo periodo di pandemia e che si spera, una volta finita l’emergenza, di riconvertirli per usi diversi dal Covid.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Giulianova Asl Teramo

Potrebbero interessarti

Il direttore generale annuncia buone notizie anche sul fronte dei concorsi: Martedì il colloquio per il nuovo primario di Cardiologia

Impianto mini invasivo di valvola cardiaca trasmesso al Congresso nazionale di Cardiologia interventistica

Intanto in alcuni Comuni la percentuale dei vaccinati, è ancora sotto il 70%. Si tratta di Montebello sul Sangro, Monteferrante, Orsogna, Roio del Sangro e Schiavi d’Abruzzo.