Giovedì 05 Agosto 2021

Sanità

Importante donazione al reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell'ospedale di Sant'Omero

12/07/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Importante donazione al reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell'ospedale di Sant'Omero

È il regalo della signora Annafranca D'Emilio che ha voluto donare un ecografo, un colposcopio ed altro materiale sanitario appartenuti al fratello Alessandro, ginecologo a Mantova scomparso a causa di una malattia.

In una breve e sentita cerimonia il direttore dell’unità operativa, Alessandro Santarelli con il direttore sanitario di presidio Angelo Mucciconi e la coordinatrice ostetrica Angela Del Gaone, hanno ufficialmente ricevuto da Annafranca D’Emilio apparecchiature ginecologiche appartenute a suo fratello il dottor Alessandro D’Emilio, di origini abruzzesi, scomparso prematuramente per una malattia incurabile. Il ginecologo lavorava ad Ostiglia in provincia di Mantova come ginecologo territoriale.

“Per una serie di circostanze favorevoli sono venuto in contatto con la signora Annafranca e le ho proposto di dare a noi il materiale che lei già voleva donare. - dice il direttore Santarelli - La signora si è resa immediatamente disponibile e grazie alla preziosa collaborazione della direzione amministrativa e sanitaria del nostro presidio siamo riusciti a dar seguito a questo progetto grazie anche al fatto che un imprenditore locale, Marcello Pedicone della Las Mobili, ha trasportato tutta l’attrezzatura da Mantova gratuitamente. Abbiamo mostrato alla signora l’ambulatorio dove abbiamo posizionato il prezioso materiale che ci ha donato un ecografo un lettino ginecologico un colposcopio ed altro. Le attrezzature donate ci consentiranno di incrementare le nostre prestazioni. Il nostro obiettivo è quello di mantenere vivo il ricordo del collega scomparso ed abbiamo voluto che la famiglia potesse avere un riscontro della nostra gratitudine”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Una superficie di 45 mila quadrati, 230 posti letto, dotazione tecnologica d’avanguardia, progettazione innovativa strutturata su percorsi distinti per infettivi e non, come la pandemia ha insegnato.

Il Direttore generale Thomas Schael interviene sulla questione riproposta dai Sindaci del territorio circa il prolungamento delle soluzioni temporanee adottate per assicurare assistenza ai paesi rimasti senza guardia medica.

Maurizio Erodiani responsabile della cooperativa “Calì” di Pescara, è il neo presidente

I cinque sindaci del Comitato sono: Diego Ferrara per Chieti, Mario Pupillo per Lanciano, Francesco Menna per Vasto, Massimo Tiberini per Casoli, Giulio Borrelli per Atessa.