Mercoledì 12 Agosto 2020

Sanità

Giancarlo Cicolini, della Asl Lanciano Vasto Chieti, primo infermiere ricercatore all'univesità di Bari

15/11/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Giancarlo Cicolini, della Asl Lanciano Vasto Chieti, primo infermiere ricercatore all'univesità di Bari

Cicolini, già presidente dell'Opi, Ordine delle Professioni infermieristiche della Provincia di Chieti e membro del comitato centrale della Fnopi, è primo classificato nel concorso pubblico indetto dall'Università Aldo moro di Bari per infermiere ricercatore

Un nuovo importante traguardo per Giancarlo Cicolini, già presidente dell'Opi di Chieti e membro del comitato centrale della Fnopi. E' il primo classificato al concorso pubblico dell'Università degli studi Aldo Moro di Bari per infermiere ricercatore.

Si tratta di un grande riconoscimento nell'ambito infermieristico, basti pensare che gli accademici, suddivisi in Ordinari, associati e ricercatori, sono davvero pochi, soli 39 in tutta Italia. Cicolini aveva ricevuto l'abilitazione scientifica nazionale di I fascia nel 2017 che gli ha consentito di accedere al mondo accademico. Poi la partecipazione al Concorso, che ha brillantemente superato con un voto di 73/100, conquistando la nomina di primo infermiere ricercatore MED/45, settore scientifico disciplinare, dell'Università di Bari.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Schael: sindaco e responsabile radiologia offesi ed oltraggiati dall'arrivo della tac a Lanciano? a Vasto invece viene recepita come un'opportunità. Intanto Pupillo chiede alla Regione di fermare il manager definendo le sue azioni "iniziative infantili".

Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha partecipato questa mattina all'inaugurazione del Centro di riabilitazione a San Demetrio dei Vestini.

Il manager sottolinea che per sistemare l'intero ospedale occorrerebbero 30 milioni di euro ma ci si muoverà passo dopo passo e solo se ci saranno fondi. Schael annuncia che si punterà in primis sull'Utic.

Voucher gratuiti agli operatori sanitari delle 4 Asl Abruzzesi per ringraziarli di quanto fatto nell'emergenza Covid-19