Venerdì 07 Maggio 2021

Sanità

Covid-19, Open day domani a Vasto e San Salvo. In provincia di Chieti obiettivo 3.500 vaccinazioni

28/04/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Covid-19, Open day domani a Vasto e San Salvo. In provincia di Chieti obiettivo 3.500 vaccinazioni

Foto Pala UdA oggi alle 11.30

La Direzione Asl ha chiesto ai Centri vaccinali diffusi sul territorio di aumentare la propria capacità estendendo gli orari e accettando un numero maggiore di prenotazioni. Obiettivo indicato è vaccinare 3.500 persone.

A Vasto e San Salvo sarà Open Day Astra Zeneca, pertanto saranno accolti e vaccinati, oltre ai prenotati, gli utenti che si presenteranno senza appuntamento. La finalità è estendere la copertura vaccinale al maggior numero di persone possibili e contribuire ad arrestare la circolazione virale. 

A Vasto il Pala Bcc sarà attivo dalle ore 8.00 alle 20.00, mentre al Palazzetto dello sport a Marina di San Salvo si andrà avanti dalle ore 9.00 alle 19.00. 

A Ortona si parte domani con la somministrazione dei vaccini Johnson & Johnson: l’accesso è riservato agli over 60 che effettuano la prenotazione sulla piattaforma Poste. Sono stati riservati 500 posti al giorno, divisi tra mattina e pomeriggio, e si andrà avanti anche nei giorni 3-4-5-6 maggio. 

A San Vito è stato ugualmente prolungato l’orario di attività al fine di poter vaccinare un numero maggiore di persone, sempre utilizzando il vaccino Astra Zeneca, che, com’è noto, viene impiegato per le persone in età compresa tra 60 e 79 anni. 

A Chieti, infine, al Pala UdA per domani sono state inserite 600 prenotazioni, alle quali si potrà far fronte grazie alle due linee vaccinali aggiuntive aperte, e che già da oggi hanno permesso lo svolgimento delle attività in modo più agevole. Una volta smaltita la fila che si era creata nelle prime ore all’esterno del Centro, il flusso delle persone si è normalizzato. Alle 11.30 non c’erano più cittadini in attesa, come dimostra la foto allegata scattata a quell’ora.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

A tagliare il nastro Il direttore generale della Asl Maurizio Di Giosia, alla presenza del vescovo Lorenzo Leuzzi e del sindaco di Giulianova Jwan Costantini

"Una risorsa importante per minori con disagio e persone disabili"

Alta tecnologia, attrezzature all’avanguardia in una superficie di oltre mille metri quadrati e stanze a pressione differenziata per isolati e infetti.

Due utenti sono stati scelti perché più bisognosi di terapia riabilitativa. Si occuperanno della collaborazione nella manutenzione delle aree appartenenti alla Riserva Naturale dell’Oasi di Serranella.