Mercoledì 25 Novembre 2020

Sanità

Coronavirus, primo giorno di attività per il drive-in a Chieti, eseguiti 170 tamponi

18/11/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, primo giorno di attività per il drive-in a Chieti, eseguiti 170 tamponi

Un esordio positivo. Importante la prenotazione che ha ridotto i tempi di attesa.

Al via il servizio drive in della Asl Lanciano Vasto Chieti per eseguire i tamponi anche a Chieti, negli spazi del Palatricalle messi a disposizione dal Comune. Un esordio ordinato, senza lunghe attese, caratterizzato da un flusso di auto costante, che ha permesso agli operatori di fare il proprio lavoro in tranquillità e al meglio. A rendere la giornata fluida ha contribuito anche il sistema di prenotazione ZeroCoda, attivo da qualche giorno, che consente all'utente di scegliere luogo, data e ora per l'esecuzione del test. La maggior parte dei cittadini arrivati oggi al Palatricalle era munita di prenotazione e ha potuto sperimentarne il vantaggio in termini di attesa. "Il Comune ha fatto un lavoro egregio - ha sottolineato Il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael - eseguendo in tempi rapidi gli interventi richiesti, non troppo onerosi, per rendere fruibile al meglio l'area messa a disposizione, sia da parte degli utenti sia della nostra équipe. Sono certo che anche a Lanciano possiamo contare sulla stessa collaborazione attiva per aprire un drive-in nell'area Fiera entro i tempi che abbiamo immaginato e nelle giuste condizioni ambientali che permettano ai nostri operatori di operare al meglio". Il responsabile del 118 Adamo Mancinelli, in vista del probabile afflusso in crescita dei prossimi giorni, ricorda che il tampone può essere eseguito in tutte le postazioni drive-in solo ed esclusivamente in presenza di una richiesta fatta dai medici di medicina generale e pediatri attraverso la piattaforma informatica Sm@rtTest, che gli operatori della postazione mobile verificano in tempo reale attraverso la rete Internet.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Un documento dettagliato e puntuale, che disciplina la gestione territoriale, ospedaliera e la terapia da somministrare ai pazienti Covid, delineando anche quali sono le procedure da attivare nella fase post infezione.

Grazie all'impegno del Comune è stata già allestita l'area che sarà protetta anche da un servizio di videosorveglianza.

La campagna di screening massivo interesserà la provincia dell'Aquila.

Il manager della Asl Lanciano Vasto Chieti si dice sorpreso: "Una mobilitazione di amministratori per un problema che non esiste"