Venerdì 01 Luglio 2022

Sanità

Coronavirus, a Teramo giornate straordinarie di apertura all’hub vaccinale

31/12/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, a Teramo giornate straordinarie di apertura all’hub vaccinale

Ecco le nuove misure della Asl Teramo per fronteggiare l’eccezionale richiesta di somministrazioni di vaccini da parte della popolazione.

Domenica 2 gennaio l’hub del Parco della Scienza sarà aperto dalle 8 alle 14: si potranno vaccinare i prenotati ma sarà riservata una quota di dosi (200) a chi si presenterà senza appuntamento. Mezze giornate straordinarie di vaccinazioni saranno replicate anche il giorno dell’Epifania, giovedì 6 gennaio, e domenica 9 sempre con le stesse modalità e orari. Sono le nuove misure disposte dalla Asl di Teramo per fronteggiare l’eccezionale richiesta di somministrazioni di vaccini da parte della popolazione.

La Azienda torna comunque a raccomandare di prenotarsi attraverso il sistema Poste, in modo da evitare il disagio di lunghe attese e nel contempo favorire l’organizzazione del lavoro al personale sanitario.

“Abbiamo fissato queste altre iniziative straordinarie per offrire alla popolazione maggiori possibilità di vaccinarsi”, dichiara il direttore generale della Asl, Maurizio Di Giosia, “e questo anche in considerazione del fatto che dal 10 gennaio sarà possibile inoculare la terza dose dopo quattro mesi dalla seconda. Tutto questo è stato possibile grazie al sacrificio e allo spirito di abnegazione degli operatori che hanno accettato di rinunciare a trascorrere parte del proprio tempo in famiglia nei giorni festivi per dare un importante servizio alla comunità. Di questo non possiamo che ringraziarli”. Queste tre mattinate straordinarie di vaccinazione si aggiungono alle altre iniziative “una tantum” già programmate.

Si terranno il 2 gennaio al Palasport di via Po a Silvi dalle 8 alle 20 e a Giulianova nel centro vaccinale I Pioppi due intere giornate dedicate alle vaccinazioni. Peraltro a Giulianova si svolgeranno altre due mattinate (dalle 9 alle 14) mercoledì 5 e venerdì 7 gennaio, sempre con prenotazione.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Saranno posizionate ambulanze con infermiere di area critica per prestare soccorso qualificato in regime di urgenza. Per l’assistenza sanitaria di base, invece, i turisti potranno rivolgersi a medici di medicina generale e pediatri di libera scelta presenti sul territorio.

Il dottore ha guidato l’unità operativa negli ultimi anni ed è stato nominato a seguito di un avviso pubblico bandito dalla Asl Lanciano Vasto Chieti.

Nei soggetti con infezione da SARS CoV-2 l’approccio chirurgico è decisamente più complesso.

Al via in Ginecologia i tanto attesi lavori per 4.5 milioni