Mercoledì 28 Ottobre 2020

Sanità

Chieti, Schael fa visita al nuovo sindaco Ferrara, liste d'attesa e Distretto alla Scalo le priorità

14/10/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Chieti, Schael fa visita al nuovo sindaco Ferrara, liste d'attesa e Distretto alla Scalo le priorità

Il neo sindaco ha chiesto al manager della Asl una riduzione dei tempi di attesa della prestazioni sanitarie, un tema cruciale per la cittadinanza.

Incontro stamane in municipio a Chieti tra il manager della Asl Lanciano Vasto Chieti Thomas Schael ed il neo sindaco della città Diego Ferrara. Accessibilità delle prestazioni sanitarie, soluzioni possibili per la riqualificazione strutturale dell'ospedale “SS. Annunziata”, il punto sull'iter per il nuovo Distretto sanitario di Chieti Scalo: questi i temi affrontati. In un clima di grande cordialità è stata espressa da parte di entrambi la piena disponibilità a una collaborazione proficua, basata sul confronto leale e ispirata a un comune obiettivo: la tutela della salute dei cittadini. Il sindaco ha chiesto a Schael un forte impegno sulla riduzione dei tempi di attesa, che rappresentano per i cittadini un tema di importanza primaria, e la definizione del progetto per il nuovo Distretto allo Scalo. «La pandemia ha rallentato l'iter di numerosi progetti - ha detto il direttore generale della Asl - specie quelli che prevedono una partnership con altri enti, come, appunto, quello del Distretto sanitario con Rete Ferroviaria Italiana, che mette a disposizione i locali della ex stazione. Posso garantire, però, oltre al massimo impegno della nostra Azienda nel portare a compimento l'opera, che l'attesa sarà ripagata da una realizzazione di assoluto valore, perché la città avrà un grande polo sanitario, guadagnandone anche in decoro grazie alla riqualificazione urbanistica che sarà operata nell'area circostante».

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

L' assessore regionale Nicoletta Verì: siamo andati a intervenire su alcuni aspetti procedurali che stavano creando enormi difficoltà al nostro sistema sanitario.

Il direttore generale, Thomas Schael: il giusto riconoscimento al personale che si è speso con grande generosità durante la prima fase della pandemia e ancora continua a farlo.

Con una stratificazione delle classi di rischio per il personale sanitario che opera in reparti Covid e no-Covid.

Sospiri: è l’esempio tangibile della professionalità, delle capacità dell’attuale management aziendale della Asl