Mercoledì 23 Settembre 2020

Sanità

Abruzzo, sciopero della sanità privata su mancata firma preintesa per rinnovo contratto

14/09/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Abruzzo, sciopero della sanità privata su mancata firma preintesa per rinnovo contratto

In Abruzzo la manifestazione regionale si terrà negli spazi antistanti la Casa di Cura Villa Serena a Città Sant’Angelo

“La mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori della sanità privata, dopo i presidi e le assemblee in tutti i posti di lavoro che si sono svolte dal 24 agosto ad oggi, il 16 settembre sfocia nello sciopero nazionale per l’intera giornata o turno di lavoro.” A renderlo noto Paola Puglielli, Vincenzo Mennucci, Giuseppe De Angelis segretari generali di Fp Cgil Abruzzo Molise, Cisl Fp Abruzzo Molise e Uil Fpl Abruzzo. “Al centro dello sciopero del 16 settembre la mancata sottoscrizione definitiva, da parte delle controparti, ovvero Aiop (Associazione Italiana Ospedalità Privata) e Aris (Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari), della preintesa raggiunta il 10 giugno scorso sul rinnovo del contratto.” “Dopo 3 anni di trattative e 14 anni di assenza di rinnovo contrattuale” continuano “si era giunti alla sottoscrizione di un testo di contratto collettivo nazionale condiviso dalle delegazioni trattanti, datoriali e sindacali. Smentendo loro stesse, Aris e Aiop hanno successivamente sostenuto non esserci le condizioni sufficienti per sottoscrivere in via definitiva il contratto, venendo meno agli impegni sottoscritti e ponendo i lavoratori in una condizione di incertezza e privazione di riconoscimenti economici.” “Un passo indietro, vile e vergognoso, nonostante ci fossero alla base del rinnovo garanzie istituzionale, confermate sia dal livello nazionale, il Ministero della Salute, che dai livelli regionali, dalla Conferenza delle Regioni” Ancora: “Un vulnus inaccettabile nella storia del sistema delle relazioni sindacali” “Non si può più procrastinare, le lavoratrici ed i lavoratori della sanità privata hanno diritto alle stesse garanzie e tutele dei colleghi della sanità pubblica” In Abruzzo la manifestazione regionale in occasione dello sciopero si terrà negli spazi antistanti la Casa di Cura Villa Serena a Città Sant’Angelo dalle ore 10.30 alle ore 13.30. Previste delegazioni da tutto il territorio regionale con interventi programmati degli operatori protagonisti della vertenza. “Non ci fermeremo” proseguono i segretari, “e auspichiamo che il Presidente Marsilio e l’Assessore Verì intervengano e rispondano alle nostre sollecitazioni, mai riscontrate, affinché la Giunta regionale assuma una posizione ufficiale su questa vertenza”. “Chiediamo agli organi di informazione di dare ampia diffusione e di presenziare alla manifestazione che racconterà una vertenza lunga 14 anni e tutta consumata sulla pelle delle migliaia di lavoratrici e lavoratori del comparto.”

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Città Sant'Angelo

Potrebbero interessarti

Rispetto alla scorsa settimana è cresciuto il numero di test eseguiti. Lo comunica l'assessore regionale Nicoletta Verì.

L'assessore alla sanità ha anche annunciato che nell'ambito del Recovery Plan la regione Abruzzo ha chiesto al Ministero un miliardo e 341 mln di euro per la ristrutturazione degli ospedali abruzzesi.

Dopo venti anni basta discussioni! Dovrà sorgere nei terreni acquistati dalla Asl nel 2006.

Il direttore generale della Asl Maurizio Di Giosia, in una conferenza stampa, parla del progetto a tutto campo e chiede a comitato cittadini e politica di non avere preconcetti e lavorare insieme per il bene del territorio.