Venerdì 05 Marzo 2021

Politica

Terremoto, via libera da cabina di regia a 4 ordinanze del Presidente Legnini per semplificare ricostruzione

01/05/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Terremoto, via libera da cabina di regia a 4 ordinanze del Presidente Legnini per semplificare ricostruzione

Il presidente dell'Anci D'Alberto: con Legnini radicale cambio di passo per ricostruzione post terremoto

Saranno adottate domani, sabato 2 maggio, le quattro ordinanze predisposte dal commissario straordinario alla ricostruzione, Giovanni Legnini, che hanno ottenuto il via libera dai presidenti delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, riuniti nella cabina di regia. Si tratta - informa un comunicato sul portale della struttura commissariale - di "quattro importanti decisioni riguardanti la semplificazione delle procedure per la ricostruzione privata, il primo elenco dei Comuni più danneggiati dal sisma che potranno adottare i Piani straordinari di ricostruzione, la destinazione dei fondi Inail alle imprese dei cantieri del sisma per i presidi sanitari contro il Covid-19 e alle altre per l'adeguamento dei presidi di sicurezza nei luoghi di lavoro, la delega ai comuni che hanno chiesto di svolgere le istruttorie delle domande di contributo. "Sono provvedimenti molto rilevanti che potranno segnare il cambio di passo tanto atteso nella ricostruzione, con effetti concreti nei prossimi mesi" ha detto Legnini. Il presidente ha assicurato ai governatori di Regione e ai sindaci una soluzione molto rapida e stabile per il futuro anche al problema delle macerie, con il pagamento dei corrispettivi alle aziende che provvedono allo smaltimento. Il Commissario ha dichiarato che “gli effetti dispiegati dalle ordinanze, che saranno operative trascorsi 30 giorni dalla loro pubblicazione, daranno evidenti risultati già dal prossimo autunno”. "Rileviamo con favore il radicale cambio di passo per ricostruzione post terremoto dopo la cabina di regia con il Commissario Giovanni Legnini. Le norme inserite nelle ordinanze hanno la capacità di recepire le esigenze dei territori: tutto ciò attribuisce ulteriore forza e autorevolezza alla sua guida in questo frangente". E' quanto dichiara all'ANSA il presidente dell'Anci Abruzzo e sindaco di Teramo Gianguido D'Alberto in riferimento alle quattro ordinanze emesse oggi. "Legnini ha capito perfettamente - insiste D'Alberto - gli aspetti attuativi delle norme esistenti: ora gli chiediamo di imporsi con Governo e Parlamento per farsi dare quelle misure straordinarie che la straordinaria situazione richiede. Le ordinanze di oggi infatti vanno verso la semplificazione della ricostruzione privata con l'autocertificazione nella fase istruttoria. A ciò si aggiunge la possibilità per i Comuni di attuare lo Sblocca Cantieri per le pratiche di ricostruzione leggera. Ci sono poi risorse per le imprese per le protezioni da virus e piani di ricostruzione per i comuni più colpiti". Per i comuni abruzzesi quindi "il Governo deve proseguire sulla via della semplificazione vera per la ricostruzione pubblica, tipo schema Ponte di Genova, perchè questo è a costo zero. Inoltre - chiarisce il sindaco di Teramo - le due emergenze combinate, ricostruzione e virus, hanno due effetti distinti: o stravolgere tutto in senso negativo o potenziare invece in termini di amplificazione delle potenzialità. Mi riferisco al fatto che gli interventi emergenziali possono invece accelerare la ripresa, perchè investire ora è lo strumento necessario".

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, è stato ricevuto, questa mattina a Roma dalla Ministra per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, per affrontare diversi argomenti di fondamentale importanza per lo sviluppo dell’Abruzzo.

Nascono i coordinamenti e ci si avvia alla campagna di tesseramenti. Il coordinamento abruzzese del partito è guidato da Mimmo Srour.

In vista del nuovo Polo logistico che sorgerà all'ex autoporto Il Segretario provinciale del Pd Cordisco sottolinea l'importanza di avviare un percorso di dialogo.

"Si coprirebbe quasi un terzo della popolazione scolastica delle scuole medie superiori con notevoli benefici circa la prevenzione di focolai".