Giovedì 16 Settembre 2021

Politica

Scuole Abruzzo, allarme di Salvini: ci sono seimila disabili ma il Governo li dimentica

13/09/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Scuole Abruzzo, allarme di Salvini: ci sono seimila disabili ma il Governo li dimentica

Il leader della Lega rivolge un appello al ministro Azzolina: nessuno deve restare solo

“In Abruzzo ci sono 6.693 alunni con problemi di disabilità: ragazzi e ragazze con relative famiglie che soffrono più delle altre le troppe incertezze. Mancano circa 50mila insegnanti di sostegno specializzati in tutto il Paese, il trasporto pubblico è indebolito da tagli e restrizioni che mettono a rischio la frequenza scolastica, l’eventuale isolamento o quarantena avrà effetti devastanti su studenti e genitori e le linee guida sono lacunose, escludono le famiglie e non garantiscono progetti inclusivi. Rivolgo un appello accorato al ministro Azzolina: nessuno deve restare solo. Gli studenti disabili e le loro famiglie non sono invisibili e non meritano di essere cancellati come il governo ha fatto con il ministero ad hoc voluto dalla Lega. È necessario un impegno anche economico concreto, serio, efficace. C’erano problemi negli anni passati, dopo il virus e la chiusura i problemi saranno ancora più grandi: cosa ha fatto il ministro negli ultimi sei mesi, ha dormito?”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Abruzzo Lega Scuola

Potrebbero interessarti

L'esponente di Italia Viva nel Governo parteciperà in veste istituzionale ad un sopralluogo sulla Fondo Valle Sangro, presso il Cantiere Anas alla stazione di Gamberale, per fare il punto sui lavori e ad un incontro-confronto con i sindaci della Val di Sangro dell'Abruzzo e del Molise sul Recovery plan.

"Siamo qui a chiederle lumi su quella che ci è sembrata un’ingiustificata esclusione e informazioni sulle future intenzioni della Regione a riguardo."

Il segretario cittadino del partito, Rosetta Madonna: "Orgogliosa del Pd di Lanciano che da subito ha visto in Leo Marongiu il candidato ideale ed orgogliosa di una lista inclusiva aperta e democratica".

Martelli: “Investire su una rinnovata unità della comunità roccolana, per superare individualismi e contrapposizioni del passato e ritrovare insieme il senso della collettività"