Venerdì 23 Aprile 2021

Politica

Scomparsa Onorevole Giuseppe Quieti, Sospiri: Pescara e l’Abruzzo perdono un uomo innamorato della sua terra

28/02/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Scomparsa Onorevole Giuseppe Quieti, Sospiri: Pescara e l’Abruzzo perdono un uomo innamorato della sua terra

L'ex parlamentare, Deputato Dc per tre legislature, dal 1976 al 1987, è scomparso ieri, aveva 84 anni.

Si è spento all'età di 84 anni l'ex parlamentare Giuseppe Quieti. Nato a Pescara il 30 maggio del 1936, avvocato, giornalista, scrittore, ma soprattutto uno tra i più noti esponenti della Democrazia Cristiana. Deputato per tre legislature dal 1976 al 1987, eletto nel collegio dell'Aquila, è stato anche consigliere comunale ed assessore a Pescara tra la metà degli anni '60 e '70. Consigliere provinciale, ha contributo alla realizzazione e al miglioramento delle più importanti infrastrutture abruzzesi, in particolare a Pescara dove ha posto le basi per la realizzazione della nuova stazione ferroviaria, l'Asse Attrezzato, il Marina di Pescara e l'agibilità del Porto Canale. È stato anche autore di numerosi saggi sulla storia di Pescara, di racconti e romanzi. Lascia la moglie e due figlie. I funerali si terranno lunedì 1 marzo alle 15 presso la Chiesa di Cristo Re in Via del Santuario a Pescara. Numerosi gli attestati di cordoglio tra i quali quello del presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri.

“Pescara e l’Abruzzo hanno perso oggi con la scomparsa dell’onorevole Giuseppe Quieti un altro uomo innamorato della sua terra. Un amore espresso nell’impegno politico, sociale, amministrativo, professionale e culturale, bastava leggere un suo saggio o semplicemente un messaggio sul cellulare per capire l’attaccamento costante ai temi dell’attualità locale, anche oggi, quando assisteva da spettatore interessato alle vicende. Ci mancherà il suo piglio, il suo contributo conoscitivo, ma sicuramente il suo nome resterà presente nel nostro lavoro”. Scrive Sospiri 

“Il nome di Quieti appartiene alla stagione del ‘fare’ – ha sottolineato il Presidente Sospiri -. Gli anni del suo impegno da protagonista erano quelli della costruzione dell’odierna Pescara, dei grandi investimenti infrastrutturali: dal porto turistico ‘Marina di Pescara’ al nuovo ospedale, dall’asse attrezzato alla nuova stazione ferroviaria centrale. Ovunque rintracciamo la sua firma, la sua autorevole presenza, talvolta in prima linea, altre defilato dietro le quinte, un’attività intensa svolta tra Pescara, l’Abruzzo e Roma di cui fortunatamente ci ha lasciato traccia nella sua attività di saggista. In ogni pagina in cui parla della nostra e della sua Pescara, ritroviamo un’eredità esperienziale che ci aiuta a interpretare meglio il contesto in cui oggi operiamo e anche quei processi che ci hanno condotto sin qui. Dopo Franco Marini e Ivo Di Sipio, non pensavamo di dover tributare oggi il nostro omaggio e saluto anche all’onorevole Quieti che è stato tra i ‘propositori’ di quel gruppo di visionari della concretezza, della progettualità e della realizzabilità. Alla sua famiglia va il cordoglio mio personale e dell’intero Consiglio regionale”.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara

Potrebbero interessarti

Prevista l'erogazione un contributo di 150 euro per ogni bambino regolarmente iscritto alle strutture educative per i più piccoli.

"Un riconoscimento che premia il lavoro portato avanti dal presidente del Parco Zazzara e dal direttore Di Martino"

Il presidente d'Abruzzo chiede un immediato incontro per chiarire l'errore di valutazione da parte dell'Istituto nazionale di Urbanistica

Il Comitato di Lanciano - Sangro Aventino di “Cambiamo" focalizza l'attenzione sulla necessità di un Piano generale per l’edilizia scolastica che preveda anche "necessari abbattimenti"