Mercoledì 12 Agosto 2020

Politica

San Salvo,sopralluogo al nuovo polo scolastico,da settembre accoglierà 600 studenti

04/06/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
San Salvo,sopralluogo al nuovo polo scolastico,da settembre accoglierà 600 studenti

Tiziana Magnacca: "Una scuola moderna, innovativa, confortevole sicura ed efficiente"

Una scuola moderna, innovativa, confortevole, sicura ed efficiente destinata a circa 600 alunni, dotata anche di ricambio d’aria con filtro C4 antivirus e anti Covid. Sono solo alcune delle caratteristiche del nuovo polo scolastico che nel prossimo settembre si prepara a ospitare gli alunni della scuola primaria di via de Vito e della scuola dell’infanzia di via Firenze. Struttura autosufficiente dal punto energetico realizzata con contributo dello Stato e della Regione attraverso i mutui Bei e un mutuo sottoscritto dall’Amministrazione comunale.  La nuova struttura è stata oggetto di un sopralluogo per verificare lo stato dei lavori la cui prima pietra fu deposta il 9 febbraio dello scorso anno dall’allora ministro della Pubblica Istruzione Bussetti.

 

 

“Un’opera nella quale abbiamo creduto sin dall’inizio – spiega il sindaco Tiziana Magnacca – nel solco avviato da questa Amministrazione comunale di porre grande agli edifici pubblici e scolastici consapevoli come siamo che la sicurezza sia un dato fondamentale non solo per i ragazzi di oggi ma in ragione per quelli di domani. Un impegno che in questa città non c’è mai stato”. Il sindaco ha rimarcato come il nuovo polo scolastico sia l’ultimo intervento in ordine di tempo ma ad esso seguirà quello che interesserà la scuola dell’infanzia si via Verdi (a breve verranno appaltati i lavori) e a seguire quello per via Ripalta. In graduatoria, ma si è in attesa della posizione operativa, per i lavori di abbattimento e ricostruzione di via Sant’Antonio sede della direzione didattica dell’Istituto comprensivo n. 2. “In pochi credevo in questo nostro impegno per il nuovo polo scolastico – sottolinea il sindaco di San Salvo – anche perché rispondemmo a una lettera dell’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi fu presa da molti sottogamba. Noi invece ci abbiamo creduto predisponendo apposita domanda per l’accesso al finanziamento pubblico di 2 milioni di euro, e poi il mutuo del Comune di San Salvo che ci ha consentito questo intervento per una struttura sicura e ultramoderna con la classe di efficienza molto alta, un edificio autonomo dal punto di vista energetico con impianti solari che ci consentiranno un’autonomia per tutta la durata dell’anno scolastico, gli impianti di riscaldamento sono stati collocati sotto il pavimento, un impianto di ricambio aria antivirus e anti Covid”. “E’ una scommessa vinta – conclude il sindaco – in particolare rispetto a chi pensava che non ce l’avremmo fatta in poco meno di un anno. La scuola è qui ed è pronta ma soprattutto sarà pronta per accogliere a settembre i bambini di via DE Vito e via Firenze”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Attraverso il Sindaco Mario Pupillo ed il Presidente del Consiglio Leo Marongiu, l’Amministrazione comunale ha chiesto direttamente all’Assessore regionale Campitelli ed al consigliere regionale Montepara di intervenire politicamente per bloccare questa inaccettabile e umorale decisione di Schael.

Continua a tenere banco la vicenda della seconda Tac, dopo Fratelli d'Italia interviene anche la Lega con l'affondo di Fausto Memmo.

Il consigliere regionale del M5s, nonchè vice presidente della Commissione Sanità, annuncia inoltre che porterà il caso in Commissione Vigilanza.

Dopo gli incendi che hanno colpito per sei giorni il capoluogo d'Abruzzo ovvero la frazione di Arischia e i quartieri di Pettino-Cansatessa, la Regione, ha dato seguito alla richiesta formulata dal Comune dell'Aquila.