Giovedì 05 Agosto 2021

Politica

Nomina Commissario Zes Abruzzo, D'Amario replica a D'Alessandro

17/03/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Nomina Commissario Zes Abruzzo, D'Amario replica a D'Alessandro

L'assessore regionale alla attività produttive "Una polemica che non ha ragion d'essere".

“Apprendo con piacere che la ministra del Sud on. Mara Carfagna si è rapidamente attivata per avviare la procedura per la nomina del commissario Zes dell’Abruzzo, sbloccando una impasse che durava da troppo tempo”. È quanto dichiara l’assessore alle attività produttive della Regione Abruzzo Daniele D’Amario, che aggiunge: “Si tratta di una nomina a lungo attesa che, nel più assoluto e complice silenzio dei parlamentari della maggioranza del governo Conte, è stata colpevolmente ritardata dal ministro Provenzano, che avrebbe potuto provvedervi sette mesi fa, essendo competenza ministeriale.

Stupisce, pertanto, che solo oggi l’on. Camillo D’Alessandro, ridestato improvvisamente dal torpore delle sue giornate romane, abbia inteso inventarsi una polemica che non soltanto non ha ragion d’essere ma sottolinea una volta di più il suo disinteresse nei confronti di uno strumento che solo attraverso la nomina del Commissario può generare i suoi preziosi frutti. Finalmente, grazie al cambio di passo imposto dalla ministra, l’Abruzzo potrà dotarsi di questa figura che, ne siamo certi, avrà quei requisiti di competenza e spessore professionale necessari a porre in pratica le potenzialità della Zes”. Conclude l'assessore regionale di Forza Italia, Daniele D’Amario

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

"Unità del centrodestra valore imprescindibile. Se Fratelli d’Italia intende rompere la coalizione, la Lega si batterà affinché ciò non accada".

Lo annunciano il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e i capigruppo di maggioranza dopo riunione per parlare delle imminenti azioni da intraprendere dopo la tragedia dei 34 incendi ieri in Abruzzo.

Sala sull'attuale situazione nel centrodestra: Ci stiamo facendo ancora una volta del male permettendo a qualche “estraneo” di decidere o condizionare pesantemente le nostre sorti." E sulla decisione di Bomba: "Ha indicato una strada terza per porre fine a questa stucchevole querelle".

A rappresentare la nuova lista stamane in conferenza stampa l'avvocato e referente del mondo dell'associazionismo, Rita Ruffo e il giovanissimo appartenente al mondo dello sport, prima come giocatore ed oggi come arbitro di pallacanestro, il 28enne Fulvio Grappasonno, che hanno voluto spiegare le ragioni che li hanno spinti ad abbracciare questo percorso politico.