Mercoledì 27 Gennaio 2021

Politica

Libertà in Azione, alle prossime elezioni a Lanciano non ripetiamo i soliti errori del passato

09/01/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Libertà in Azione, alle prossime elezioni a Lanciano non ripetiamo i soliti errori del passato

Per i rappresentanti del gruppo di minoranza,Tonia Paolucci e Riccardo Di Nola e per il presidente dell'associazione politica Ermando Bozza "Non è più tempo di riunioni carbonare, emissari più o meno segreti (che poi non sono mai segreti), strategie su incarichi e riposizionamenti vari, dietro i quali si celano sempre i soliti personaggi".

“Mancano pochi mesi all’appuntamento con le urne per l’elezione del sindaco e per il rinnovo del consiglio comunale di Lanciano, ma purtroppo stiamo assistendo ancora una volta ai soliti e stucchevoli copioni del passato, secondo vecchi schemi che ci auguravamo fossero ormai solo un ricordo nella politica cittadina”. A parlare sono Tonia Paolucci e Riccardo Di Nola, consiglieri comunali di Libertà in Azione ed Ermando Bozza, presidente dell’associazione politica. “Quello che è accaduto nell’ultimo anno – spiegano – con la pandemia che ha obbligato tutti noi a reinventarsi per affrontare la situazione, speravamo avesse insegnato qualcosa anche ad alcuni esponenti politici locali, che continuano invece a utilizzare sistemi vecchi e stantìi, di cui i cittadini sono stanchi e non vogliono più sentire”. Per i rappresentanti del gruppo di minoranza, non è più tempo di riunioni carbonare, emissari più o meno segreti (che poi non sono mai segreti), strategie su incarichi e riposizionamenti vari, dietro i quali si celano sempre i soliti personaggi. “In questi 5 anni – ricorda Tonia Paolucci – Libertà in Azione ha dimostrato di essere una forza di opposizione seria, che ha combattuto lealmente e con documenti alla mano l’amministrazione del sindaco Pupillo e del suo centrosinistra. Un gruppo civico che ha sempre lavorato con trasparenza, non nascondendo nulla e riferendo sempre alla città i propri progetti e i risultati raggiunti o non raggiunti. Così faremo anche in questi mesi, ripetendo che il nostro unico interesse è tutelare Lanciano e far partire per davvero un percorso di rilancio e apertura al territorio. Una sfida che ha bisogno di un gruppo motivato, con sensibilità ed esperienze diverse, ma complementari”. Il gruppo rivendica con forza la sua indipendenza dai partiti politici. “Siamo un gruppo civico – aggiunge Di Nola – e rispondiamo solo ai nostri concittadini, nella massima autonomia da quelle che sono le dinamiche partitiche. Ribadiamo con forza che anche per le prossime elezioni comunali siamo pronti a confrontarci con tutti, ma solo sulla base di un programma ben preciso e puntuale, che abbia una visione a lungo termine e non serva solo a raccogliere consensi nell’immediato”. Ed Ermando Bozza precisa che Libertà in Azione non ha assunto ancora alcuna decisione sulla prossima consultazione elettorale di primavera. “Lo dico con chiarezza – puntualizza – noi non abbiamo fatto accordi con nessuno. Come è nostro costume, da sempre, non appena una scelta sarà fatta, saremo noi a comunicarlo ai nostri cittadini e a sottoporci al loro giudizio nelle urne. Tutto il resto sono chiacchiere, che mirano solo a creare confusione e ad avvelenare il clima, ripetendo gli stessi errori commessi in passato e di cui dovremmo invece aver fatto tesoro”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Dopo le dure proteste del presidente della Regione Abruzzo la terza corsia autostradale sarà inserita nella programmazione a partire da questo quinquennio e non dal prossimo.

Dopo il dialogo ed il confronto che ha portato alla ricomposizione della Giunta i coordinatori regionali dei partiti di centrodestra intervengono riconoscendo la qualità amministrativa messa in campo in questi anni di governo della città.

Il segretario regionale dell'Udc interviene dopo la notizia che la concessionaria autostradale ha deciso di aggiornare ogni decisione fra cinque anni per la terza corsia nel tratto Marche-Puglia dell' A14.

Da Marco Marsilio, Presidente della Regione Abruzzo e Coordinatore della Intesa per lo Sviluppo del Corridoio Adriatico, arriva un secco no al nuovo piano industriale di Autostrade per l’Italia S.p.A.