Mercoledì 23 Settembre 2020

Politica

Lanciano, Parco Diocleziano nel degrado, Lega: "Una vergogna per l'intera città"

12/09/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Lanciano, Parco Diocleziano nel degrado, Lega: "Una vergogna per l'intera città"

Il coordinamento cittadino della Lega Lanciano continua a segnalare luoghi ormai diventati simbolo di degrado a causa dell'abbandono e dell'incuria da parte del Comune, questa volta ponendo l’attenzione sul Parco Diocleziano.

«L’area del Diocleziano versa in uno stato di assoluto abbandono. È una vergogna per l’intera città». Sono le parole del coordinatore cittadino della Lega Fausto Memmo, in riferimento al meraviglioso Parco situato sotto il ponte Diocleziano, in pieno centro storico a Lanciano, un luogo della città dall'immenso valore storico e paesaggistico, meta di tanti turisti che restano estasiati nell'osservare dai vicoli di Lancianovecchia un vero e proprio polmone verde della città, a pochi passi dalla suggestiva Cattedrale della Madonna del Ponte, eppure da tempo lasciato nell'incuria e diventato solo luogo di ritrovo per tossicodipendenti. Il coordinamento frentano della Lega continua così a fare da pungolo all'attuale amministrazione ed a lottare contro il degrado in città. «Il sindaco Pupillo e la sua giunta, in questi nove anni di mandato – sostiene Memmo - avevano promesso che avrebbero risolto il problema affidando la gestione a società, associazioni e cooperative private in modo da evitare l’abbandono. Ma si è trattato di un fallimento annunciato, sicuramente a causa degli elevati costi di gestione». «Attualmente in quella che potrebbe essere una della maggiori attrattive della città vige il più totale degrado – aggiunge – la zona è un ricettacolo di siringhe e sporcizia di ogni genere nonché luogo di pericolo per i giovani». «Pertanto – questa l’istanza della Lega Lanciano - chiediamo al sindaco Pupillo di provvedere ad eseguire un’immediata bonifica dell’area e all’accensione notturna dell’illuminazione. Riteniamo inoltre che la gestione del parco non può essere affidata ai privati, i fondi devono essere trovati attraverso risparmi di bilancio e altre forme di finanziamento che possano consentire di gestire la manutenzione di tutte le aree verdi del nostro Comune». «Se questa amministrazione avesse avuto progettualità anziché “vivere alla giornata” – conclude il coordinatore Memmo - avrebbe potuto avviare, ad esempio, interlocuzioni con le facoltà delle università abruzzesi per progetti inerenti la botanica e lo studio delle essenze arboree e di vegetazione. Ma questo è solo un piccolo esempio rispetto a quanto si sarebbe potuto fare».

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Lega

Potrebbero interessarti

Il Governatore d'Abruzzo si congratula con il neo presidente della regione Marche appartenente al suo stesso partito, Fratelli d'Italia.

"Felici di annunciare questi ulteriori lavori sulla messa in sicurezza delle strade comunali, grazie a 278.000 euro di economie recuperate dai capitoli di bilancio"

Il coordinatore Memmo: «Domenica 27 settembre allestiremo un gazebo per la raccolta delle firme»

Il presidente della Ecolan: "L'eventuale processo di aggregazione dovrà essere comunque deciso da tutti sindaci soci delle due realtà”