Giovedì 13 Agosto 2020

Politica

L'Ufficio presidenza Consiglio regionale approva sconto trasporto studenti aree interne

29/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
L'Ufficio presidenza Consiglio regionale approva sconto trasporto studenti aree interne

Potranno accedere alle agevolazioni studenti di età compresa tra gli 11 e i 26 anni che risiedono in uno dei 129 comuni dell’Abruzzo considerati “aree svantaggiate.

L’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale dell’Abruzzo rinnova anche per l’anno scolastico 2020-2021 il sostegno agli studenti pendolari delle aree interne della regione. La delibera, approvata questa mattina, impegna TUA e le altre società di trasporto pubblico locale che operano nei territori montani, a garantire il dieci per cento di sconto sul costo dei titoli di viaggio nominativi annuali e mensili. Gli studenti che potranno beneficiare delle agevolazioni devono avere un’età compresa tra gli 11 e i 26 anni e risiedere in uno dei 129 comuni dell’Abruzzo considerati “aree svantaggiate”. “Credo fortemente che un’Assemblea legislativa, pur nel rispetto del suo preminente ruolo di produzione normativa, debba contribuire fattivamente alla realizzazione di politiche al servizio del sociale e del territorio – dichiara il Presidente Lorenzo Sospiri – Una eccellente gestione delle economie dell’Ente e una costante tensione al risparmio ci permettono di liberare risorse che integrano il lavoro dell’Esecutivo. Una mano tesa agli studenti abruzzesi era dovuta, reduci da un anno scolastico atipico e provati dalla prolungata assenza di relazioni sociali. Ringrazio tutti i membri dell’Ufficio di Presidenza che hanno condiviso il provvedimento con grande spirito di solidarietà”. Lo sconto viene applicato direttamente dai vettori del trasporto pubblico locale che saranno rimborsati a rendiconto in base ai titoli di viaggio emessi.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Abruzzo

Potrebbero interessarti

"Una pietra miliare nel percorso politico e amministrativo di Progetto Lanciano all’interno dell’amministrazione di governo cittadino".

Attraverso il Sindaco Mario Pupillo ed il Presidente del Consiglio Leo Marongiu, l’Amministrazione comunale ha chiesto direttamente all’Assessore regionale Campitelli ed al consigliere regionale Montepara di intervenire politicamente per bloccare questa inaccettabile e umorale decisione di Schael.

Continua a tenere banco la vicenda della seconda Tac, dopo Fratelli d'Italia interviene anche la Lega con l'affondo di Fausto Memmo.

Il consigliere regionale del M5s, nonchè vice presidente della Commissione Sanità, annuncia inoltre che porterà il caso in Commissione Vigilanza.