Marted 22 Settembre 2020

Politica

Edilizia scolastica, On. Colletti: 11 milioni di euro per l'Abruzzo

24/04/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Edilizia scolastica, On. Colletti: 11 milioni di euro per l'Abruzzo

Il deputato del Movimento 5 Stelle: "Ora la Regione dovrà individuare e proporre gli interventi"

“Una buona notizia per le scuole abruzzesi. Il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha comunicato che sono stati sbloccati e ripartiti i fondi per l’edilizia scolastica. L’Abruzzo avrà una dotazione di circa 11 milioni di euro, tra le più cospicue, in proporzione, tra le regioni Italiane. Una buona notizia non solo perché è necessario rendere efficienti e sicuri i luoghi dove i nostri ragazzi si formano, ma anche perché in questo momento di crisi economica queste risorse possono essere utili a dare ossigeno al settore dell’edilizia.” E' quanto comunicato dal deputato Andrea Colletti (M5S) a seguito della ripartizione regionale da parte del Ministro della Scuola dei fondi per l’edilizia scolastica. “Ora toccherà alla Regione individuare e proporre gli interventi al Ministero. Speriamo che questa volta, a differenza di quello che è avvenuto per la richiesta della cassa integrazione in deroga, la Regione sia celere” sottolinea Colletti. “Credo che interventi che possano migliorare la sicurezza dei cittadini e rimettere in moto l’economia siano proprio quelli sui quali il Governo dovrà puntare nei prossimi mesi. Con provvedimenti ed azioni del genere è possibile sia migliorare la vita dei cittadini sia dare risposta alla crisi economica figlia della pandemia” conclude Colletti.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Scuola Movimento 5 Stelle

Potrebbero interessarti

Il Governatore d'Abruzzo si congratula con il neo presidente della regione Marche appartenente al suo stesso partito, Fratelli d'Italia.

"Felici di annunciare questi ulteriori lavori sulla messa in sicurezza delle strade comunali, grazie a 278.000 euro di economie recuperate dai capitoli di bilancio"

Il coordinatore Memmo: «Domenica 27 settembre allestiremo un gazebo per la raccolta delle firme»

Il presidente della Ecolan: "L'eventuale processo di aggregazione dovrà essere comunque deciso da tutti sindaci soci delle due realtà”