Marted 18 Gennaio 2022

Politica

Continua lo sciopero degli Autotrasportatori

25/01/2012 - Redazione AbruzzoinVideo

25 gennaio 2012. Proseguono in Abruzzo, nel terzo giorno di protesta, i presidi degli Autotrasportatori. In particolare, secondo quanto riferito dalla sala operativa della Polizia Stradale, mezzi pesanti sono presenti, in tutta la nostra Regione, nei pressi dei principali caselli dell'autostrada A14 e in alcuni di quelli dell'A25. Dalla Val Vibrata, nel Teramano, fino a Vasto (Chieti), i presidi si stanno svolgendo senza particolari problemi di ordine pubblico. Ieri, intanto, invitato dagli autotrasportatori a prendere parte ad un incontro che si è svolto presso l’area di servizio Thomas lungo la Fondovalle Sangro, nei pressi del casello dell’autostrada A/14 all’altezza di Fossacesia, il Presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio si è recato personalmente sui luoghi della protesta: " di fronte ad una protesta, che anche nel nostro territorio sta avendo ripercussioni sul mondo produttivo - ha detto tra le altre cose Di Giuseppantonio - la politica deve saper ascoltare, farsi interprete dei problemi e trovare soluzioni". In queste ore, a seguito del perdurare della protesta sulla statale Fondo Valle Sangro, la Sevel di Atessa ha annunciato lo stop produttivo pure del secondo turno di oggi. Problemi si registrano anche nelle aziende dell'indotto. A partire da oggi stop produttivo anche per la Hydro Aluminio, che registra anch'essa problemi per l'approvvigionamento delle merci.

 

 

 

 

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Il segretario regionale Udc, sindaco di Fossacesia e e Vicperesidente del Consiglio nazionale Anci segnala questa emergenza soprattutto nei piccoli e medi comuni della Regione Abruzzo. " Senza segretari e con pochissimi dipendenti, si rischia di veder sfumare la possibilità di accedere ai finanziamenti del PNNR e di altri bandi.

L'ex assessore e vice sindaco di Vasto Giuseppe Forte: torno a sollecitare una precisa presa di posizione dell’esecutivo comunale e dell’intero Consiglio per ribadire la contrarietà a qualsiasi ipotesi progettuale che vada ad interessate il versante orientale della Città.

Il deputato della Lega Antonio Zennaro annuncia che il partito sta lavorando da tempo ad una soluzione

In corso anche la verifica delle procedure per l’arruolamento del personale che dovrà supportare il Comune nell’elaborazione dei progetti, "visto che l’Ente comunale in questo momento soffre di importanti carenze di organico".