Venerdì 26 Febbraio 2021

Politica

Central Park Lanciano, Sarchese chiede a Verna: Non è prevista la piantumazione di alberi

21/01/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Central Park Lanciano, Sarchese chiede a Verna: Non è prevista la piantumazione di alberi

Il membro dell'associazione ecologisti democratici chiede rassicurazioni: che parco sarebbe senza alberi ad alto fusto?

Tommaso Sarchese, esponente dell’associazione degli ecologisti democratici, interviene in relazione al progetto del Central Park Pino Valente di Lanciano, un’opera finanziata con 1 milione di euro di fondi masterplan, insieme a finanziamenti comunali, che prevede un investimento complessivo di 1milione 757mila euro per la realizzazione di un grande parco con pista ciclopedonale e area grandi eventi nel centro della città.  Sarchese scrive una lettera al vicesindaco e assessore ai lavori pubblici del comune frentano, Giacinto Verna, per avere alcune spiegazioni in relazione alla paventata assenza nel progetto e tra le ultime cose da ultimare, enunciate di recente da Verna sulla stampa, della piantumazione, nell’area del parco, di alberi ad alto fusto.

 

 

“La notizia che i lavori del Central Park vanno avanti per terminare entro giugno 2021 non può che far piacere, per un’opera fiore all’occhiello dell’amministrazione Pupillo. – scrive Sarchese, che già nel 2018 intervenne a riguardo per ribadire di non sprecare questa occasione, auspicando che l’area della pista di pattinaggio lasciasse il posto ad un parco pubblico, con verde e alberi autoctoni, dando vita ad un vero e proprio polmone verde nel cuore della città. “Ma nell’elenco delle opere da ultimare e da sistemare, quali la pista ciclopedonale, per cui sono stati ottenuti i finanziamenti, l’area grandi eventi con la cavea, i gradoni finanziati dal comune, per circa €1.800,000 di lavori, non ho letto – continua Sarchese - una cosa fondamentale per un Parco cittadino, ossia la piantumazione di alberi ad alto fusto di specie autoctona, magari su consiglio di esperti in materia forestale. Fino ad oggi vi sono state piantumate solo grosse siepi, qualche palma, ma non sono stati mai previsti gli alberi. Che Parco sarebbe senza Alberi? – si chiede Tommaso Sarchese - Soprattutto in un momento dove la questione climatica, quella riguardante il verde e la distruzione di intere foreste nel pianeta e la qualità stessa dell’aria che respiriamo, sono all’ordine del giorno.” L’esponente di Ecodem si rivolge all’assessore Verna affinchè possa rassicurare la cittadinanza che saranno “previste piantumazioni di alberi che possano dare all’area la caratteristica di polmone verde e che possa far fruire il parco proprio nel periodo in cui il caldo si fa sentire quindi con la possibilità di stare al fresco con bambini e anziani. Non sprechiamo questa occasione penso unica e irripetibile per la nostra e le generazioni future”. Conclude Tommaso Sarchese.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano

Potrebbero interessarti

Il progetto dell’amministrazione comunale di messa in sicurezza del colle dell’Acquabella ottiene il finanziamento nazionale

Tonia Paolucci: restringere le aree dove più spesso vengono segnalati assembramenti di ragazzi (ma anche di anziani), consentirebbe di migliorare i controlli e applicare sanzioni più puntuali ai trasgressori.

Masci: "La Regione faccia presto per l’affidamento definitivo. Il Comune è pronto a fare la sua parte per tutelare un luogo-simbolo"

“Il ministro ha garantito pieno impegno nei confronti delle Regioni per evitare che, entro poche settimane, questi deficit vadano a tradursi in pesanti tagli ai servizi essenziali che sono le Regioni e i Comuni sui territori.”