Mercoledì 07 Dicembre 2022

Politica

Autostrade A24 A25, Marsilio al pre Cipess: bene respingere Pef insostenibile, preoccupazione per il futuro

04/05/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
Autostrade A24 A25, Marsilio al pre Cipess: bene respingere Pef insostenibile, preoccupazione per il futuro

Il presidente della regione: Lo Stato garantisca la sicurezza e la sostenibilità delle autostrade abruzzesi

Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, è intervenuto all’odierna seduta preparatoria del Cipess (che si riunirà domani), convocata con all’ordine del giorno solo un punto relativo alla proposta di Pef delle autostrade A24/A25.

Dopo aver registrato i pareri contrari di tutti gli uffici competenti, il presidente Marsilio ha messo a verbale il parere contrario della Regione su un Pef irricevibile e insostenibile, che non difende nemmeno la concessionaria (‘costretta’ a presentarlo seguendo le indicazioni perentorie del Commissario ad acta e del Mims). “Se la sacrosanta bocciatura di questo Pef irricevibile sgombra il campo da un incubo che aveva già sollevato fortissime proteste nel territorio, resta fortissima la preoccupazione per quello che si annuncia un micidiale conflitto giudiziario e amministrativo tra lo Stato e la concessionaria. Un conflitto che può provocare danni gravissimi all’Abruzzo, mettendo in grave difficoltà sia il commissario Corsini per la messa in sicurezza sismica sia il commissario Gisonni per la messa in sicurezza del sistema idrico del Gran Sasso. Fino ad oggi, infatti, i Commissari di governo hanno potuto contare sulla fattiva collaborazione della concessionaria nella predisposizione dei progetti e nella messa in disponibilità degli spazi e dei beni necessari a svolgere rilievi, sondaggi, prestazioni. Temiamo quindi forti ritardi, per non parlare della concreta possibilità che questo contenzioso finisca con un esborso molto pesante da parte dello Stato verso le casse della concessionaria. Ricordiamo che nemmeno la concessionaria responsabile del crollo del ponte Morandi a Genova è stata liquidata a zero euro. Facile prevedere che la pretesa di Strada dei Parchi di essere liquidata onerosamente (ad oggi quantificata in 2,5 miliardi) possa – alla fine – trovare almeno parziale accoglimento. Francamente, piuttosto che dare 1 o 2 miliardi in contanti alla concessionaria privata, preferirei che simili cifre venissero spese per completare la messa in sicurezza dell’autostrada o per finanziare un lotto ulteriore della ferrovia Roma-Pescara. In conclusione, va bene respingere un Pef che contiene rincari mostruosi, ma il Governo garantisca la sicurezza e la sostenibilità delle autostrade abruzzesi”, ha dichiarato il presidente Marsilio.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Abruzzo Marco Marsilio

Potrebbero interessarti

L'assessore regionale ai Rifiuti e all'Energia: Risultato del grandissimo lavoro svolto dal territorio, dai Sindaci, dai responsabili delle Società e dagli Uffici della Regione

lL Deputato di FdI "Meloni ha fatto salire la Borsa e scendere lo spread, ha rafforzato la fiducia nell’Italia a livello internazionale",

Tra i segnali poco confortanti arrivati da Salvini nella prima audizione da ministro delle Infrastrutture c’è la sua perplessità sul potenziamento della linea ferroviaria Roma-Pescara.

Marsilio: “Le azioni programmate nel PR FSE Plus 21-27 poggiano su politiche inclusive ed hanno come obiettivo il benessere degli individui, lo sviluppo sostenibile del territorio e il progresso sociale. Particolare attenzione, poi, è stata rivolta alle fragilità e agli squilibri territoriali presenti nella nostra regione”.