Venerdì 19 Agosto 2022

Maurizio Acerbo consigliere regionale PRC-SE: Solidarietà ai ricercatori del Mario Negri Sud.

01/04/2014 - Redazione AbruzzoinVideo

No allo smantellamento

La notizia dei circa 60 licenziamenti al Mario Negri Sud che più che un piano di risanamento quello in atto sia lo smantellamento di un centro di ricerca che dovrebbe rappresentare un punto di forza in qualsiasi strategia di sviluppo territoriale regionale.

Si è cominciato chiudendo le fabbriche e i negozi, si è arrivati alla ricerca. Tra poco in Abruzzo ci sarà un deserto.

I lavoratori e le lavoratrici che stanno protestando difendono non solo il proprio posto ma anche una prospettiva per tutto il territorio.

E' incredibile che in una Regione in cui abbiamo un vitale bisogno di studi e ricerche in campo ambientale e sanitario non si riesca più a valorizzare questa presenza che va ricordato è nata grazie a fortissimi finanziamenti pubblici.

Con senso di responsabilità bisogna dire che la questione non è solo di risorse economiche ma riguarda una capacità di progettare  e costruire un futuro per una realtà così importante.

L'inadeguatezza del governo regionale e dei suoi rappresentanti richiama la necessità che le istituzioni finalmente comprendano che più che appartenenze e clientele è ora di mettere in rete competenze e intelligenze.

Il Mario Negri Sud ne ha prodotte tante dagli anni '80 ed è un vero delitto che non si sia riuscite a valorizzarle.

Maurizio Acerbo, consigliere regionale PRC-SE
CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

mario negri sud acerbo