Giovedì 06 Ottobre 2022

Eventi

La Fiera Nazionale dell'Agricoltura chiude con 25 mila presenze.

23/05/2022 - Redazione AbruzzoinVideo
La Fiera Nazionale dell'Agricoltura chiude con 25 mila presenze.

Venticinquemila presenze, con oltre il 35 per cento dei biglietti acquistati on line: sono questi i numeri emersi a poche ore dalla conclusione della 60^ edizione della Fiera Nazionale dell'Agricoltura.

Numeri che dicono in maniera inconfutabile il buon risultato di una rassegna tornata in questi giorni ad essere protagonista di un comparto complesso e variegato, che ha sofferto per la pandemia e sta soffrendo pure per la siccità. Il caldo anomalo di questa rovente primavera ha caratterizzato questa speciale edizione, che sarà ricordata anche per la data e le temperature. Soddisfatto il presidente uscente Franco Ferrante che chiude il suo mandato centrando un altro significativo obiettivo. Cosa non facile considerando le difficoltà oggettive dell'ultimo periodo, invece i consensi degli espositori e il numero notevole di visitatori sono la testimonianza visibile di un lavoro e di un impegno mai venuti meno. E che sono stati meritatamente premiati. “Lo scorso anno come molti ricordano la fiera si è tenuta a settembre con ingresso gratuito proprio per incentivare gli espositori e pure il pubblico dopo l'anno di stop dovuto all'emergenza Covid19 – commenta Ferrante – i risultato sono stati più che incoraggianti con circa 20 mila presenze. Nel 2019 erano stati 35 mila i visitatori, un numero importante che ci faceva guardare avanti con altri innovativi progetti, fermati purtroppo dalla pandemia. Questa edizione ha rappresentato un test rilevante, una scommessa che è stata vinta grazie prima di tutto agli espositori, ai soci, ai dipendenti e collaboratori e grazie a i visitatori che continuano ad affollare padiglioni e area esterna.”. In tantissimi ieri sono stati in fiera rinunciando anche al mare, a conferma di come questa rassegna sia un appuntamento da non perdere, non solo per gli addetti ai lavori. “Basta guardare le foto e le immagini che raccontano più delle parole il successo di questa edizione, sono contento anche per la buona risposta che c'è stata in merito ai biglietti on line. Non è facile cambiare abitudini consolidate negli anni – continua il presidente - , certo dobbiamo migliorare e semplificare la procedure per rendere l'iter più semplice e veloce, ma questa resta la strada da percorrere”. La viabilità, il traffico in tilt, le lunghe e interminabili code disegnano ancora lo scenario della Fiera dell'Agricoltura, eppure in questi anni sono stati messi a punto interventi per contenere i disagi, i bus navetta, i parcheggi istituiti negli spazi adiacenti Lancianofiera sono scelte operate proprio per evitare ingorghi e code. Soddisfatti anche gli espositori, in molti hanno firmato contratti e stabilito contatti costruttivi. E non sono mancati momenti di commozione nei confronti del presidente uscente “è sempre stato attento e disponibile, ha sempre mostrato di comprendere le nostre problematiche, dandosi da fare per cercare di risolverle. E' stato un presidente che ha messo al primo posto il dialogo e ci auguriamo che chi verrà continui a dare spazio al confronto e all'ascolto”. Parole sentite e sincere che per Franco Ferrante sono davvero la migliore ricompensa al lavoro fatto in questi 10 anni.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Lancianofiera

Potrebbero interessarti

Scoperta una targa ed inaugurato un murales

Presenti il sindaco di Lanciano Filippo Paolini, l'assessore Cinzia Amoroso e alcuni consiglieri comunali, che hanno espresso parole di grande apprezzamento per il lavoro svolto dal neo Presidente De Grandis e dal Cda, nell'avvio di un percorso formativo, nuovo ambizioso e all'avanguardia.

È entusiasta il vicesindaco del comune di Gessopalena dopo il successo della 4 edizione del percorso enologico e di degustazione nel Borgo medioevale della Pretalucente, nel corso del quale si è svolta la prima degustazione, guidata da esperte sommelier, dei vini ottenuti dai vitigni autoctoni antichi, che rischiavano l'estinzione, recuperati dopo anni di studio e ricerca.

Con Tony Pancella, e Chiara Colizzi protagonisti del prestigioso concerto in prima nazionale che si terrà domenica 18 settembre dalle ore 21, nella Sala d’Annunzio dell’Aurum