Giovedì 05 Agosto 2021

Economia

Microcredito Abruzzo, 8 mln di euro a sostegno di imprese, professionisti e autonomi

19/07/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Microcredito Abruzzo, 8 mln di euro a sostegno di imprese, professionisti e autonomi

Cianciotta: già approvato da Abruzzo Sviluppo il nuovo avviso liquidità. Quaresimale: non verranno richieste garanzie reali, patrimoniali, finanziarie né personali

Ditte individuali, società di persone, società cooperative, lavoratori autonomi e liberi professionisti sono i destinatari della nuova misura messa in campo da Regione Abruzzo, e gestita da Abruzzo Sviluppo, che prevede la concessione di prestiti a tasso zero per la salvaguardia e il consolidamento delle attività imprenditoriali regionali. “Abbiamo recuperato 8 milioni di euro da risorse derivanti da rinvenienze dei precedenti Avvisi afferenti al Fondo Microcredito FSE gestito da Abruzzo Sviluppo – ha spiegato questa mattina, in conferenza stampa, l’assessore Pietro Quaresimale – Li abbiamo reimmessi sul territorio a sostegno di imprese e lavoratori autonomi per contrastare la crisi economica in atto”.

L’Avviso “Liquidità” prevede la concessione di finanziamenti a tasso zero di importo compreso tra 5mila e 15mila euro a micro e piccole imprese abruzzesi, costituite e attive alla data di pubblicazione dell’Avviso e, comunque, non successivamente al 30/04/2021.

“Si tratta di una misura rivolta espressamente a tutte quelle attività che a causa della congiuntura economica negativa dovuta all’attuale crisi pandemica hanno difficoltà di accesso al credito e infatti, non verranno richieste garanzie reali, patrimoniali, finanziarie né personali. – ha aggiunto l’assessore –

L’attenzione di questa Giunta è da tempo rivolta a iniziative a sostegno del credito e della liquidità delle imprese abruzzesi e lo è ancor più in questo delicato momento storico in cui le aziende e i liberi professionisti hanno bisogno di aiuti concreti”. “Anche questo nuovo Avviso, come quelli del Fondo Microcredito FSE che lo hanno preceduto e che Abruzzo Sviluppo gestisce da ormai dieci anni – ha dichiarato il presidente della in house regionale, Stefano Cianciotta – darà risposte immediate ai beneficiari. Da sempre, infatti, riusciamo a garantire una tempistica celere delle istruttorie, e anche in questa occasione ci impegniamo ad erogare i finanziamenti richiesti a partire da fine anno. Per questa ragione abbiamo inteso semplificare il più possibile la presentazione delle domande, tanto che non è prevista nessuna limitazione percentuale tra le voci di spesa e non è richiesto un piano degli investimenti. Contiamo di finanziare circa 700 imprese”. Il finanziamento a tasso zero concesso da Abruzzo Sviluppo ha una durata di 72 mesi (incluso il periodo di preammortamento di 12 mesi), non prevede spese di istruttoria e potrà essere estinto in qualsiasi momento senza oneri aggiuntivi.

Le domande di ammissione potranno essere presentate, con modalità “a sportello”, secondo le indicazioni riportate nell’Avviso, esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo liquidita@pec.abruzzosviluppo.it a partire dal 6 settembre 2021 e fino al 16 settembre 2021.

Per la richiesta di chiarimenti scrivere a: liquidita@abruzzosviluppo.it indicando nell’oggetto: “LIQUIDITA’ – RICHIESTA CHIARIMENTI”. Maggiori dettagli e informazioni sono disponibili sul sito www.abruzzosviluppo.it.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Alberto Amoroso era presente alla conferenza stampa sul Bilancio di Tua, nel corso della quale il presidente della Regione Marco Marsilio ha parlato di importanti investimenti sul trasporto su ferro che vedranno protagonista la Sangritana.

Dallo stimato architetto aquilano, scomparso un anno fa, nacque il progetto condiviso ora da diversi panificatori e da Confcommercio l'Aquila. Un'idea che ha visto l'importante contributo del compianto Celso Cioni.

Il famoso street food nato a Lanciano 25 anni fa, grazie all’intuizione dell’imprenditore del food Rocco Finardi, è pronto ad aprire il quarto punto franchising in Abruzzo, a Vasto.

Ecco le proposte dell'Associazione, che fa del merito e dell'equità le parole d'ordine, tra queste spicca la necessità che si regolamentino i ritardi dei pagamenti della Pubblica Amministrazione, dando effettività anche alla tutela del creditore dello Stato.