Marted 16 Agosto 2022

Economia

Fira: Approvato progetto di fusione per incorporazione di Abruzzo Sviluppo

25/06/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Fira: Approvato progetto di fusione per incorporazione di Abruzzo Sviluppo

Si è riunito in data odierna il Consiglio di Amministrazione della Finanziaria Regionale Abruzzese per l’approvazione del progetto di fusione per incorporazione di Abruzzo Sviluppo in Fi.R.A., entrambe società in house providing della Regione Abruzzo.

Esprime soddisfazione il presidente di Fira Giacomo D’Ignazio: “Si tratta di un risultato straordinario che porterà questa società ad essere unico punto di riferimento per lo sviluppo economico della regione Abruzzo e per le imprese. Le risorse e le capacità peculiari di Fira e Abruzzo Sviluppo potranno così integrarsi ed essere messe a disposizione per il nostro territorio. Ringrazio i consiglieri Consuelo Di Martino, Antonio Paraninfi e tutto il collegio sindacale per aver siglato questo complesso progetto e altrettanti ringraziamenti vanno al presidente di Abruzzo Sviluppo Stefano Cianciotta e al suo CdA per la collaborazione in questo cammino che ha portato all’incorporazione”. Nei prossimi giorni si terranno le assemblee straordinarie delle due società con il socio unico per sancire l’approvazione dell’atto di fusione.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Lo annuncia Filcams Cgil Abruzzo Molise: i lavoratori e le lavoratrici scioperanno per vedere rispettati i propri diritti

Il Presidente della regione Abruzzo: “Stiamo lavorando con curatela fallimentare per dare un futuro anche alle terme di Caramanico”

Il presidente della regione Abruzzo Marco Marsilio: "L'auspicio che si possa raggiungere la piena occupazione e quindi quota 1000 posti di lavoro, prima dei tre anni previsti".

È online, ed operativo da oggi, il portale internet nextappennino.gov.it attraverso il quale i cittadini, le imprese e le amministrazioni pubbliche potranno informarsi ed accedere alle risorse e alle agevolazioni del Fondo complementare al Pnrr per le aree danneggiate dai terremoti del 2009 e del 2016 in Centro Italia.