Venerdì 18 Ottobre 2019

Economia

Blutec, Fioretti e Febbo, azienda avrà futuro produttivo in Abruzzo

04/10/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Blutec, Fioretti e Febbo, azienda avrà futuro produttivo in Abruzzo

Per la Blutec di Atessa c'è un futuro produttivo. Il tavolo vertenziale aperto al ministero dello Sviluppo economico ha di fatto dato il via libera al salvataggio dell'azienda che si occupa di componentistica nell'ambito dell'automotive.

"Al tavolo tecnico del Ministero - hanno annunciato gli assessori Mauro Febbo e Piero Fioretti - sono state date rassicurazione su un'operazione di salvataggio che prevede due momenti: l'affitto del ramo d'azienda per 6 mesi e successivamente l'assorbimento dell'intera azienda da parte del Gruppo Magnetto, società leader nell'indotto dell'automotive". Il passaggio della Blutec al Gruppo Magnetto, ed è questo il dato importante, non comporterà sacrifici dal punto di vista occupazionale. "Ed infatti - sottolineano gli assessori al Lavoro e allo Sviluppo economico - i circa 200 addetti dello stabilimento di Atessa verranno riassorbiti confermando in questo modo la tutela dei livelli occupazionali. E' quello che ci interessava di più oltre al fatto che la ripresa dell'attività produttiva è una notizia che aiuta l'economia della regione". Febbo e Fioretti poi insistono su un altro dato: "Il Gruppo Magnetto da anni opera con grandi risultati sull'indotto automotive e questa circostanza dovrebbe rappresentare un elemento di tranquillità per il futuro occupazionale dei lavoratori Blutec". (

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Un ottimo riscontro quello ottenuto ieri mattina dal Tavolo del Credito, che ha visto la partecipazione della Regione Abruzzo, di Fira Spa e dei più importanti istituti di credito regionali, allo scopo di creare una sinergia costruttiva tra banche e imprese.

È stato prorogato alle ore 24 del 14 ottobre il termine ultimo per il Concorso Campioni di Innovazione PMI. Obiettivo dare maggiore opportunità a tutte le imprese interessate a questa edizione che si sta dimostrando particolarmente gettonata.

Qualità eccellente e il 52% di raccolto in più rispetto alla disastrosa annata del 2018. E’ quanto emerge sulla produzione di olio extravergine d’oliva in Abruzzo dall’indagine esclusiva eseguita dagli osservatori di mercato di Cia - Agricoltori Italiani, Italia Olivicola e Associazione italiana frantoiani oleari.

Organizzata dall’Associazione Marcello de Cecco (amdec), la tre giorni abruzzese sarà anche l’occasione per raccontare Raffaele Mattioli, nato a Vasto (Chieti) nel 1895, amministratore delegato prima (1933-1960) e presidente poi (1960-1972) della Banca commerciale italiana