Sabato 23 Ottobre 2021

Ecologia e Ambiente

La Carovana dei Ghiacciai di Legambiente in Abruzzo per monitorare il glacionevato del Calderone

01/09/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
La Carovana dei Ghiacciai di Legambiente in Abruzzo per monitorare il glacionevato del Calderone

Dal 2 al 4 settembre monitoraggi, escursioni e momenti culturali le iniziative saranno al centro della quarta tappa per riflettere sul futuro delle montagne e del pianeta

Da giovedì 2 a sabato 4 settembre la seconda edizione di Carovana dei Ghiacciai, la campagna promossa da Legambiente con il supporto del Comitato Glaciologico Italiano (CGI) e con partner Sammontana e partner sostenitore FRoSTA, si sposta in Abruzzo per monitorare lo stato di salute di uno dei Glacionevati più a Sud d’Europa, quello del Calderone, sul massiccio del Gran Sasso, la vetta più alta degli Appennini.

Obiettivo della campagna è quello di accendere i riflettori sui ghiacciai della Penisola minacciati sempre più dalla crisi climatica, per questo nel corso di questo viaggio sta monitorando 13 ghiacciai alpini più, appunto, il glacionevato del Calderone che per la sua posizione geografica così a Sud risulta un termometro sensibilissimo dei cambiamenti climatici e che nel tempo è stato già declassato da ghiacciaio a glacionevato. In questi tre giorni di tappa abruzzese, oltre ai monitoraggi ad alta quota, non mancheranno escursioni e momenti culturali.

Carovana dei ghiacciai è stata inserita nella piattaforma All4Climate – Italy che raccoglie tutti gli eventi dedicati alla lotta contro i cambiamenti climatici che si svolgeranno quest’anno in vista della COP26 di Glasgow. Giovedì 2 settembre inizieremo la quarta tappa della Carovana con il convegno presso la scuola di Alta Formazione Gran Sasso Science Insittute (GSSI) “Il Gran Sasso alla sfida dei cambiamenti climatici - La tutela e la valorizzazione ecosostenibile della montagna”. Interverranno Eugenio Coccia, Rettore GSSI; Gabriele Curci e Paolo Tuccella per CETEMPS; Marco Giardino, segretario Comitato Glaciologico Italiano; Vanda Bonardo, responsabile nazionale Alpi Legambiente; Luca Mazzoleni, Rifugio “Franchetti”; Andrea Lolli di Gran Sasso Guides. Modera Enrico Stagnini direttore Legambiente Abruzzo.

Il giorno seguente, venerdì 3 settembre, sarà la volta dell’escursione verso il glacionevato del Calderone con appuntamento a Campo Imperatore (Aq) alle 8:30 dove si svolgerà il flash bob “fermiamo la febbre del pianeta”. Partenza verso il Calderone alle 9 con monitoraggio e osservazione delle morfologie glaciali a cura di Massimo Pecci e Marco Giardino del Comitato Glaciologico Italiano. Dopo il pranzo al sacco, alle 14 sarà il momento del consueto saluto al ghiacciaio dedicato al silenzioso e prezioso lavoro che svolgono i ghiacciai con riflessioni e poesie. Alle 16 merenda presso il Rifugio Lo Zio, a Campo Imperatore. Sabato 4 settembre infine si terrà la conferenza stampa finale sui dati ricavati dal monitoraggio in alta quota al glacionevato che però si svolgerà sul livello del mare a Pescara presso la green station nella stazione di Pescara Centrale.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Armati di guanti, pettorina e pinze telescopiche i volontari hanno setacciato i bordi della strada, le scarpate, i prati e i parcheggi adiacenti l'abbazia, ed hanno raccolto tantissimi rifiuti abbandonati.

Il Comune di Fossacesia capofila nel confronto tecnico giuridico con l'Autorità nazionale Anticorruzione.

In località Bel Luogo, a Lanciano, la cerimonia di posa della prima pietra dell’impianto di compostaggio che la ECO.LAN si appresta a realizzare per la produzione di “compost” dal trattamento della frazione organica dei rifiuti solidi urbani prodotta nei Comuni gestiti dalla Società.

Soddisfatto l'assessore all'Energia, Nicola Campitelli “E' innanzitutto la conferma dell'efficacia delle strategie messe in campo fin dall'inizio di questa legislatura. È chiaro che tutte le Regioni italiane debbano migliorarsi per raggiungere l'obiettivo della neutralità."