Venerdì 23 Aprile 2021

Ecologia e Ambiente

Allestite questa mattina due innovative isole ecologiche con le gigantografie degli scorci più caratteristici di Pescara

24/02/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Allestite questa mattina due innovative isole ecologiche con le gigantografie degli scorci più caratteristici di Pescara

Un modo per unire decoro urbano e promozione della città attraverso le immagini fisiche dei luoghi più caratteristici di Pescara.

Risponde a questa duplice esigenza l’intervento di abbellimento di due isole ecologiche del capoluogo, che da oggi presentano un aspetto apprezzabile. La società Ambiente Spa ha infatti provveduto questa mattina ad allestire in due punti, precisamente in via Roma e su via Nicola Fabrizi - angolo via Trento - presso altrettante eco piazzole, pannelli stampati riportanti  gli scorci più belli delle vie, degli edifici e del lungomare. Le gigantografie sono state fissate ai supporti in plastica riciclata che, come capita di vedere spesso in giro per la città, circondano le aree che accolgono i cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti.

<Anche questa - ha detto il sindaco Carlo Masci, presente ai lavori per l’allestimento dei pannelli - è un’occasione per rendere migliore l’aspetto urbano e ambientale di Pescara, un aspetto su cui insisto molto spesso. Un intervento innovativo che spero si possa replicare in futuro anche in altre zone. Certo è che queste due isole ecologiche presentano adesso un colpo d’occhio ben diverso rispetto a qualche ora fa, a beneficio della bellezza e della dignità dello spazio cittadino, che sono convinto sarà apprezzato dai residenti e dai titolari delle attività economiche che qui operano>.  

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara

Potrebbero interessarti

De Martinis: "Con questa struttura un cambio di mentalità per evitare l'abbandono dei rifiuti"

Al polo di trattamento rifiuti di Valle Cena, da quando iniziarono i conferimenti delle raccolte differenziate di plastica/lattine nel 2003, sono state selezionate circa 8.000 tonnellate di materiale avviato al recupero, pari a circa 80.000 metri cubi.

A turno le pattuglie vigileranno sul territorio ma svolgeranno anche un compito informativo sulla corretta gestione rifiuti.

“Importante prepararsi subito per prevenire maggiori sofferenze e abbandoni post pandemia. Questa l’urgenza che emerge dal IX rapporto Animali in Città di Legambiente”.