Giovedì 21 Gennaio 2021

Cultura

"100 anni dall'impresa di Fiume": intervento del prof. Giuseppe Parlato

16/09/2019 - Redazione AbruzzoinVideo

Convegno '100 anni dall'Impresa di Fiume' un momento ha permesso di fare il punto su quell'Impresa che ha lasciato il segno nella storia del Paese, favorendo il confronto tra storici.

Giuseppe Parlato è uno storico e accademico italiano. I suoi interessi di ricerca si sono concentrati sul Risorgimento, sul fascismo e, più recentemente, sulle origini e lo sviluppo del neofascismo. Nato a Milano nel 1952, si laurea a Torino nel 1974 con una tesi riguardante i moti piemontesi del 1821. Trasferitosi a Roma, dal 1981 è ricercatore all'Università 'La Sapienza' presso la cattedra di Storia contemporanea di Renzo De Felice. Dal 1992 al 1994 ha insegnato Storia del sindacalismo e del movimento operaio presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Camerino. Attualmente è professore ordinario di Storia contemporanea presso la Facoltà di Interpretariato e Traduzione della Università Internazionale di Roma (Unint), Ateneo di cui è stato preside e rettore. È presidente della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice di Roma, un ente culturale e di ricerca scientifica che mira alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio storico-culturale dell'Italia unita con particolare attenzione al Novecento. Dal numero 4/2014 al 4/2016 (stampa maggio 2017) è stato coordinatore del Comitato di Direzione della rivista ''Nova Historica'; del Comitato hanno fatto parte anche Francesco Bonini, Simona Colarizi e Gaetano Sabatini. È inoltre componente del Comitato scientifico della rivista 'Nuova Storia Contemporanea' e di 'Nuova rivista storica'. È il Presidente del Comitato Scientifico del 'Comitato 10 febbraio', il comitato nazionale che si occupa delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Questa mattina l’area, che è di proprietà della Regione, è stata consegnata alla Società Italiana Immobili del Gruppo Gravina che dovrà realizzarvi un complesso

Modalità inedita per la 48e esima edizione del Premio “Alessandra Fanci”, la consueta manifestazione dell’Umberto I, intitolata all’alunna prematuramente scomparsa e finalizzata a conferire un riconoscimento agli studenti che si sono distinti per merito e comportamento, nel corso dell’anno scolastico 2019-2020.

L'argomento è molto sentito dalla cittadinanza è stato pertanto deciso che ci sarà anche una diretta Fb della riunione con la soprintendenza.

L’assessore Paoni Saccone: "Un grande patrimonio della città"