Domenica 18 Aprile 2021

Cultura

La pandemia non ferma il “Premio Alessandra Fanci”, modalità a distanza per la manifestazione che valorizza le eccellenze dell’IC Umberto I di Lanciano

22/12/2020 - Redazione AbruzzoinVideo

Modalità inedita per la 48e esima edizione del Premio “Alessandra Fanci”, la consueta manifestazione dell’Umberto I, intitolata all’alunna prematuramente scomparsa e finalizzata a conferire un riconoscimento agli studenti che si sono distinti per merito e comportamento, nel corso dell’anno scolastico 2019-2020.

Il Covid 19, infatti, non è riuscito a fermare la cerimonia, che per volontà delle sorelle Fanci, Rossella, Paola ed Annamaria e della dirigente dell’Istituto Comprensivo Umberto I di Lanciano, Anna Maria Sirolli, hanno voluto con l’evento di oggi dare un segnale di speranza e di fiducia alla collettività, in un momento così drammatico della storia dell’intera popolazione mondiale. Tutti collegati sulla piattaforma Meet a seguire la cerimonia: genitori, docenti, alunni, con la supervisione dell’animatore digitale dell’IC frentano, Vincenzo Folchi. In apertura della premiazione le parole della dirigente Anna Maria Sirolli: “Un premio questo, che valorizza le eccellenze, cioè quegli alunni che a scuola si sono distinti per impegno, studio, attenzione e costanza e che grazie alla generosità delle sorelle Fanci, la scuola ne riconosce il merito”. A fare gli onori di casa, colei che è stata definita l’anima della manifestazione, la professoressa Rosetta Madonna: “Questo è il giorno del ricordo” ha detto “Si tratta di un Natale diverso in cui si può riscoprire il vero senso di questa festività”. È stata ricordata con grande emozione la figura del professore Urbano Fanci, un professionista che ha dato lustro alla città, dotato di una grande umanità. Umanità, passione e amore per la cultura che la famiglia prosegue a diffondere anche grazie a questo evento, istituito dal professore Fanci negli anni ’70 proprio nei giorni di Natale. Non sono mancati i momenti dedicati alla musica con l’Orchestra della scuola che seppur in versione ridotta a causa delle restrizioni imposte dai Decreti ha voluto dare un contributo all’iniziativa. I docenti di strumento musicale: Donatello Gammaraccio, Roberto Scandavini, Alberto Biondi, Iginia Di Florio e i loro allievi hanno eseguito le musiche più note del Natale. I premiati sono:

II A SORGINI SARA
II B MENNA SARA
II C CESPITES RICCARDO ALBERTO
II D TARRICONE FRANCESCA
II E PETRONTI EMILIE
II F RAPINO ROMANO
II G STANISCIA ALESSIO
II H LUDOVICO CAMILLA

CLASSI III

III A GALLUCCI SIMONE
III B ANTONELLI MARCO
III C MUSCENTE ISABELLA
III D CAMPANELLA FRANCESCO
III E CIAMPINI GIOSUE’
III F DI MECO AURORA
III G DI MARCANGELO SARA
III H DELLA BELLA LUCA.

Per loro gli applausi dei presenti e il saluto del sindaco Mario Pupillo che ha ribadito l’importanza del Premio e di una famiglia a cui la città è legata da sempre.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Lanciano Scuola

Potrebbero interessarti

Poste le basi per una possibile collaborazione finalizzata alla realizzazione di eventi culturali per la promozione del territorio pescarese.

Dopo il grande successo, con oltre 300 iscrizioni realizzate nella scorsa primavera, tornano i laboratori di innovazione audiovisiva e digitale di “Leo City”, progetto finanziato dal “Piano Cultura Futuro Urbano - Scuola Attiva la Cultura”, uno strumento del MiBAC che nasce per promuovere iniziative culturali nelle periferie delle città metropolitane e nei capoluoghi di provincia di tutta Italia.

Il quartiere, dove vivono 500 cittadini, 180 famiglie con 70 minori, grazie al progetto diventerà il primo sito Urban Land Art d'Abruzzo.

Lo fa sapere il Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti che il 9 febbraio scorso, aveva fatto richiesta di accesso agli atti per conoscere lo stato della pratica.