Lunedì 08 Marzo 2021

Cultura

L’ex Fea diventa Distretto Museale Il sindaco Masci: "Pescara sempre più polo culturale"

18/01/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
L’ex Fea diventa Distretto Museale  Il sindaco Masci: "Pescara sempre più polo culturale"

Questa mattina l’area, che è di proprietà della Regione, è stata consegnata alla Società Italiana Immobili del Gruppo Gravina che dovrà realizzarvi un complesso

"E’ un altro passaggio importante per una città che si candida a essere un polo culturale e non solo realtà vocata al turismo e ai servizi. La posizione privilegiata dell’ex Fea, sul lungomare nord di Pescara, fa sì che l’area sia destinata ad essere meta preziosa e privilegiata per gli amanti dell’arte e del bello a due passi da mare, che è l’elemento naturale in cui la nostra comunità si riconosce". Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, preannuncia con queste parole la nascita di un complesso museale lì dove un tempo vi era la stazione ferroviaria; una struttura da troppo tempo abbandonata a se stessa tanto da essere luogo di ritrovo di senza-tetto e sbandati.

Questa mattina l’area, che è di proprietà della Regione, è stata consegnata alla Società Italiana Immobili del Gruppo Gravina  che dovrà realizzarvi un complesso che non prevede, però, l’abbattimento dell’edificio esistente ma il recupero dello stesso al nuovo utilizzo. L’immobile oggi fatiscente, una volta risanato e ristrutturato, ospiterà sul lato fronte-mare un incubatore per associazioni e progetti culturali; la quota retrostante degli spazi sarà invece destinata al ruolo di distretto museale per esposizioni ed eventi. Lì dove oggi insiste il parcheggio, invece, troverà spazio un giardino artistico che nei desiderata dovrebbe divenire un’oasi di particolare bellezza estetica. Pescara vedrà quindi in tempi brevi la nascita di un museo di arte moderna che sarà luogo di attrazione turistica e culturale della città.

 "Il rilascio della concessione edilizia - ha precisato il sindaco Masci – è al vaglio dei nostri uffici tecnici e tutto fa presagire, una volta verificato che le opere siano in linea con le previsioni urbanistiche dell’area, possano essere assegnati i permessi a costruire".

 Il parcheggio da ottanta posti, tra stalli auto e moto, attualmente gestito da Pescara Multiservice, non sarà più attivo dai primi giorni di febbraio: "Abbiamo raggiunto un accordo con l’impresa che ci consentirà, fino a fine mese, la disponibilità di una parte dell’area, per mantenere il nostro impegno con gli abbonati e con la città - chiarisce l’assessore alla Mobilità e ai Lavori Pubblici, Luigi Albore Mascia - Un'ampia porzione sarà recintata, per consentire l’avvio di alcune operazioni prodromiche al cantiere vero e proprio. Dal 1 febbraio il parcheggio sarà totalmente dismesso. Si tratta comunque di un’opera di riqualificazione importante che regalerà a Pescara una struttura culturale di altissimo livello".

La disponibilità di posti verrà gradualmente diminuita nel corso del tempo. L’abbonamento per l’ex Fea consente l’accesso anche alle aree di risulta. La società Pescara Multiservice provvederà a informare gli utenti delle nuove opportunità con apposite segnalazioni.

 

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Pescara

Potrebbero interessarti

La chiesa ha subito gravi danni a causa del terremoto del 2009. De Cesare: “Restauro necessario e urgente”

Il piccolo centro marsicano, conosciuto in tutto il mondo come borgo abruzzese dei murales, ha dimostrato di aver intrapreso e realizzato iniziative e progetti degni di essere riconosciute e dunque valorizzate

Saranno realizzati entro la primavera da artisti di fama internazionale tra i quali Millo e Vesod.

Il suo racconto, vincitore del concorso “Teste di Zucca 2”, sarà presto disponibile anche in audiolibro