Giovedì 16 Settembre 2021

Cultura

Il Teatro Studio Vasto vince la 16ª Rassegna/Premio Internazionale di Teatro Educativo & Sociale "Il Gerione" di Salerno

30/05/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Il Teatro Studio Vasto vince la 16ª Rassegna/Premio Internazionale di Teatro Educativo & Sociale "Il Gerione" di Salerno

Un bel riconoscimento che premia i giovani della Scuola abruzzese di teatro ma anche la tenacia di Stefano Angelucci Marino e della regista Rossella Gesini che hanno continuato a trasmettere nozioni ed idee ai loro ragazzi senza farli arrendere al triste momento della pandemia.

Una soddisfazione enorme per l'Abruzzo e per il Teatro Studio di Stefano Angelucci Marino arriva da Salerno dove i ragazzi di Vasto con lo spettacolo "Donne al Parlamento" di Aristofane, con la regia della bravissima Rossella Gesini, si sono aggiudicati il Premio Nazionale “Il Gerione” 2021.

Foto, la regista Rossella Gesini

20 scuole di teatro provenienti da tutta Italia in gara, alla fine la scuola di teatro vastese ha raccolto più voti di tutti. La giuria era composta da diverse scolaresche che hanno visionato gli spettacoli in concorso. I protagonisti del lavoro su Aristofane sono: Marta Barone, Maria Sole Minissale, Matteo Patrizio Sgrignoli, Giordano Gaspari, Chiara Aquino, Chiara Novielli, Ilaria Lauditi e Ester Del Borrello.

La tematica del Premio quest’anno era “Memorie future”, apparentemente un ossimoro, che si spiega meglio grazie al sottotitolo: “Ricordare Ieri, vivere Oggi, costruire Domani”. Ricordiamo che la Rassegna “Il Gerione” sarà parte integrante del Progetto “Una storia diversa” sostenuto dal Bando Memoria Europea – Europa per i cittadini, di cui Teatro dei Dioscuri (organizzatore del Premio) fa parte insieme ai partner della Lettonia, Lituania e Romania.

“Ricordare Ieri, vivere Oggi, costruire Domani”. Le quattro Nazioni partner sono state schiacciate dai totalitarismi e numerose comunità ebraiche o minoranze linguistiche sono state sterminate. Di alcuni eccidi, come quelli di Dauksiai, Rezekne, Iasi si sa ben poco. La memoria non viene considerata come unica, ma si dà spazio alle diverse memorie. Quindi la memoria per eccellenza, quella della Shoah, è stata un importante riferimento della Rassegna “Il Gerione”, ma non l’unico. Tante memorie, tra cui alcune poco conosciute o addirittura dimenticate, abbandonate all’oblio. Il progetto di questa edizione non ha voluto diffondere la Storia, ma le storie della gente comune: storie di sofferenza, di morte, ma anche storie di altruismo e di salvezza. Il Teatro Studio ha partecipato alla rassegna con le scuole di Lanciano e Vasto, vincendo con i ragazzi appartenenti a quest'ultima, presentando due lavori intensi, importanti che si sono distinti tra i tanti messi in scena da scuole di teatro provenienti da tutta Italia. Un plauso alla tenacia di Stefano Angelucci Marino e a Rossella Gesini che hanno continuato nonostante il difficile momento dovuto alla pandemia a far crescere la loro passione per il teatro e per l'arte comunicativa trasmettendo le loro grandi doti a tanti giovani che entesiasti si avvicinano e diventano protagonisti di uno spettacolo teatrale, ne restano gratificati anche partecipando a queste competizioni, ma  sempre sotto la loro attenta ala protettiva e al loro insegnamento di grande spessore.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Vasto Teatro

Potrebbero interessarti

La Presentazione domani 16 settembre, alle ore 17, a Palazzo Tilli.

Paolo Raschiatore Presidente della Fondazione ITS Academy: "Onorati di stabilire con questa importante azienda internazionale una partnership durevole che ci consentirà di estendere ancor di più la nostra offerta formativa rivolta ai giovani e alle imprese in Abruzzo"

Il mio diario” ha l'obiettivo di avvicinare i giovani studenti delle scuole primarie alla cultura della legalità.

Lo hanno annunciato il Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri e il Presidente del Vittoriale Giordano Bruno Guerri nel corso dell’evento istituzionale che ieri ha aperto la decima e ultima giornata di iniziative del Festival dannunziano