Sabato 19 Settembre 2020

Cultura

Emigrazione e brigantaggio, il teatro sociale in scena a Palazzo Tilli di Casoli (Chieti). Spettacoli il 16 e 20 agosto con ingresso gratuito.

13/08/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Emigrazione e brigantaggio, il teatro sociale in scena a Palazzo Tilli di Casoli (Chieti). Spettacoli il 16 e 20 agosto con ingresso gratuito.

Il teatro sociale va in scena a Palazzo Tilli di Casoli (Chieti). Due gli appuntamenti in programma a cura della compagnia “Officine Solidali Teatro”.

Il primo spettacolo. “Bandiera bianca”, scritto e diretto da Federica Vicino, sarà rappresentato domenica 16 agosto, alle ore 19, sulla terrazza dell’edificio settecentesco di proprietà di Antonella Allegrino. Attori e musicisti saranno impegnati in uno stabat mater musicale e teatrale che racconta l’emigrazione e l’immigrazione viste attraverso gli occhi delle madri. La performance dà voce ad alcune delle pagine più nere e meno note della storia italiana: la tragedia dei minatori di Marcinelle (8 agosto 1956), l'affondamento dell'Arandora Star (2 luglio 1940) e la storia di Pascal D'Angelo, poeta-spaccapietre di Introdacqua. Lo spettacolo è stato rappresentato il 23 luglio scorso nell’ambito del cartellone di “Notti dell’opera”, festival promosso dallo Sferisterio di Macerato suscitando lunghi applausi e vivo apprezzamento da parte del pubblico. Il secondo appuntamento è in programma giovedì 20 agosto, sempre alle 19 sulla terrazza di Palazzo Tilli. Andrà in scena “L’innocenza del lupo”, regia di Federica Vicino, storie e canti di brigantesse e briganti abruzzesi. Lo spettacolo prende le mosse dall'eccidio di Scurcola Marsicana, avvenuto nel gennaio del 1861, per poi aprire un'ampia e dettagliata parentesi sul fenomeno del brigantaggio. Alcuni fra i più noti briganti, come Ninco Nanco, Michelina Di Cesare, Carmine Crocco, Luca Pastore, rivivono fra monologhi, poesie e musica. “Con la compagnia ‘Officine Solidali Teatro’ portiamo a Palazzo Tilli alcune pagine dolorose della storia dell’emigrazione e dell’immigrazione italiana e abruzzese – spiega Antonella Allegrino – Le tragedie di Marcinelle e dell’Arandora star, la vita di Pascal D’Angelo vanno tenute vive nella memoria collettiva delle giovani generazioni al fine di promuovere i valori del sacrificio, del lavoro, della famiglia e della dignità. Lo spettacolo sul fenomeno del brigantaggio abruzzese porta in scena storie di miseria, di ingiustizia, di disperazione e rivolta, ma anche di amore e morte dove, a volte, i protagonisti, pur essendo crudeli, custodiscono la propria terra nel cuore”. Entrambi gli spettacoli saranno a ingresso gratuito e con prenotazione al numero 3425501354. Verrà garantito il rispetto delle norme anti-Covid. Nella serata del 20 agosto, in occasione della conclusione della stagione 2020 di Palazzo Tilli, è previsto anche un brindisi finale.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Domani l'inaugurazione dell'iniziativa e dalle 18.30 l'esposizione della fotografa americana Tanquerel

La cerimonia di premiazione si svolgerà domani pomeriggio, 17 settembre, nell'ambito dell'importante Festival "Pordenonelegge".

Lo annunciano con soddisfazione il sindaco Francesco Menna e l'assessore alla cultura Giuseppe Forte.

Con un caldo applauso oggi Lanciano ha salutato e accolto il suo concittadino, Remo Rapino, vincitore, con il romanzo Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio, della 58 esima edizione del Premio Campiello, il concorso di narrativa tra i più importanti d’Italia, targato Confindustria Veneto.