Giovedì 09 Luglio 2020

Cultura

Due studenti del Liceo scientifico Galileo Galilei di Pescara alzano il trofeo della fase regionale delle Olimpiadi di scienze della terra

23/06/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
 Due studenti del Liceo scientifico Galileo Galilei di Pescara alzano il trofeo della fase regionale delle Olimpiadi di scienze della terra

Ora sono impegnati in una delle gare più importanti della loro vita: l’Esame di maturità. Ma Samuele Sprecacenere e Paolo Palma indossano già al collo la medaglia d’oro delle Olimpiadi di scienze della Terra.

In una gara rivista a causa del Covid, in cui la fase regionale e quella nazionale sono state disputate rigorosamente online, la fase mondiale è stata totalmente cancellata, i due ragazzi del Liceo scientifico Galileo Galilei, coordinati dal prof. Mario Granito, hanno sbaragliato 1587 avversari provenienti da tutte le scuole d’Italia, conquistando i primi posti della graduatoria regionale e soprattutto un posto tra i primi quarantasei migliori olimpici del triennio in tutto lo stivale. Due ragazzi eccezionali, candidati anche a un esame d’eccellenza.

Samuele Sprecacenere, diciannove anni, classe V sez. G, oltre che essere un asso nella biologia, è la punta di diamante della squadra di debate del Liceo tanto che può fregiarsi anche del titolo di miglior debater d’Abruzzo.

Non è da meno Paolo Palma, diciannove anni, classe V sez. L., aspirante medico con l’hobby del collezionismo e della lettura di libri di fantascienza e di letteratura latina. Soddisfatto il dirigente scolastico, prof. Carlo Cappello: “Sono molto orgoglioso di Samuele e Paolo perché in una situazione così difficile non hanno esitato a mettersi in gioco. Sono ragazzi che negli anni hanno avuto un lusinghiero percorso di crescita e li ringrazio di cuore perché in ogni sfida da loro intrapresa hanno sempre mantenuto alto il nome della scuola”

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Un QR Code stampigliato sulle mattonelle “castellane” posizionate sui palazzi storici e i siti di interesse del Comune, riprodotto anche sulle ceramica in esposizione o in vendita.

Nonostante le incertezze dovuto all'emergenza Covid-19 al lavoro la macchina organizzativa dell'evento.

Organizzati tre itinerari per visite in sicurezza nel bellissimo borgo del chietino sabato 27 e domenica 28 giugno.

Il lavoro, girato ad Atri, selezionato dal Centro Nazionale per il Cortometraggio, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nell’ambito di “10 corti in giro per il mondo”