Sabato 02 Luglio 2022

Cultura

Due pianellesi vincono il Premio Letterario Luca Romano

17/06/2019 - Redazione AbruzzoinVideo
Due pianellesi vincono il Premio Letterario Luca Romano

Gli scrittori Loris Di Giovanni e Gianni Di Claudio si aggiudicano il Premio Letterario Luca Romano in due sezioni diverse. Di Giovanni si classifica primo nella sezione saggistica con il libro “Storia della Massoneria in Abruzzo” per i tipi di Artemia Nova Editrice di Teresa Orsini, scritto a quattro mani con lo storico Elso Simone Serpentini di Teramo. Una ricerca durata dieci anni in archivi pubblici e privati che ripercorre due secoli di storia della Massoneria in Abruzzo dalla metà del XVIII secolo alla metà del XX. Di Claudio con il suo romanzo “ Cento merli per coda”, edito da Carabba di Lanciano, ottiene il terzo posto per la categoria narrativa con un libro che narra le vicende di una famiglia insediata nella Valle del Tavo, un “piccolo mondo antico” dall’espansione iniziale fino all’inevitabile declino con l’avvento della tecnologia e del boom economico che metterà in primo piano il “Dio denaro”. La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato 15 giugno presso la sede dell'associazione. Il premio è dedicato a un giovane teatino, Luca Romano, scomparso a seguito di un incidente automobilistico causato da un guidatore in stato di ebrezza. Il padre ha voluto ricordare la sua figura di artista poliedrico con il premio che è presieduto dal critico letterario Massimo Pasqualone e al quale quest'anno hanno partecipato più di cento autori da tutta Italia
CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Consentirà agli studenti nuove opportunità e crediti formativi

L’appuntamento è per domenica 3 luglio, alle Torri Montanare.

Dopo un’accurata selezione di circa 300 opere provenienti da tutta Italia, la poesia inedita dal titolo “Vivere anche quando il cuore lacrima”, è rientrata nella ristretta Rosa dei soli 10 finalisti.

Un evento organizzato dal Rotary Club Lanciano-Costa dei Trabocchi presieduto dall'avvocato Barbara Rosati