Marted 07 Aprile 2020

Cronaca

Vasto, i Carabinieri sequestrano 2 chili di cocaina a bordo di auto munita di doppiofondo

13/02/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Vasto, i Carabinieri sequestrano 2 chili di cocaina a bordo di auto munita di doppiofondo

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Chieti, nel pomeriggio di ieri, all’altezza del Casello autostradale Vasto sud, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato, un 32enne di nazionalità albanese, incensurato, domiciliato in provincia di Rimini, per traffico ed illecita detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato fermato dai militari dell’Arma al termine di un servizio di osservazione iniziato, nel primo pomeriggio, a Chieti Scalo quando il soggetto aveva insospettito gli operanti per la condotta di guida, con frequenti accelerazioni e rallentamenti, probabilmente nel vano tentativo di assicurarsi che nessuno lo stesse pedinando. Nel corso di un’accurata perquisizione personale e sull’autovettura, una Volkswagen Tiguan, il cui proprietario ha residenza in Romagna,  sono stati recuperati, celati all’interno di un doppiofondo ricavato nel bagagliaio ed accessibile con meccanismo di apertura avente serratura elettronica attivabile con radiocomando e combinazione inserimento retromarcia e accensione tergilunotto, 2 panetti di cocaina, ben confezionati, del peso complessivo di kg. 2, riportanti il logo “457”.



La droga sequestrata, da un esame effettuato dai Carabinieri del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Chieti, è risultata di ottima qualità, con un grado di purezza vicina al 70% che permetteva di stimare la realizzazione di circa 9mila dosi medie (SDM). Per il trafficante sono quindi scattate le manette ai polsi e, su disposizione del P.M. di turno, Dott. Michele Pecoraro Sost.Proc.Repubblica di Vasto, associato alla casa Circondariale di Chieti. Sequestrata per la confisca l’auto.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Mattarella: Solidarietà condivisione e unità del popolo italiano,un patrimonio prezioso per portare a termine la ricostruzione

L'uomo stava rientrando a casa a Ripa Teatina quando è stato fermato dai militari dell'Arma ma non si è fermato all'Alt delle forze dell'ordine

Il Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione post sisma sottolinea il suo impegno incessante

In una Piazza Duomo deserta per l’osservanza delle disposizioni governative in materia di contrasto del contagio da coronavirus, si è svolta nella nottata di ieri la Commemorazione delle vittime del terremoto del 6 aprile 2009.