Domenica 28 Febbraio 2021

Cronaca

Sulmona, arrestata dalla Polizia una taccheggiatrice marocchina

12/10/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Sulmona, arrestata dalla Polizia una taccheggiatrice marocchina

Indagato anche il suo complice riconosciuto e fermato da un agente libero dal servizio.

Aveva appena rubato numerosa merce dagli scaffali di un supermercato di Sulmona e stava fuggendo, rincorsa da un commesso, all'esterno del negozio dove la stavano attendendo in auto i suoi complici, un uomo ed un bambino. Alla scena si è trovato per caso ad assistere un agente della Polizia di Stato, originario di Sulmona, che ha bloccato immediatamente la ladra recuperando la merce sottratta. Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sulmona è finita in manette per furto aggravato una 24enne marocchina, B.A., residente ad Avezzano. La donna è stata trattenuta in cella di sicurezza. I suoi due complici invece sono riusciti a darsi alla fuga ma non per molto, infatti stamane il poliziotto che aveva proceduto al suo arresto, nel recarsi al locale Tribunale per testimoniare al processo per direttissima contro la donna, ha riconosciuto, nei pressi dell’edificio, il complice che era riuscito invece a dileguarsi il giorno prima. L'uomo probabilmente stava attendendo gli esiti del processo. Il poliziotto è riuscito così ad identificare e denunciare anche il complice grazie all’intervento dei colleghi del Commissariato di P.S. di Sulmona.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La vittima, una donna di nazionalità romena, da tempo veniva vessata ed aggredita dal suo ex fino a dover ricorrere ad un centro antiviolenza.

Ha riconosciuto su una piattaforma di vendite on-line la sua console X-Box 360 che qualcuno, la settimana scorsa, gli aveva rubato nel suo appartamento a Pescara e ha organizzato un incontro con il venditore senza dimenticarsi di avvisare il “113”.

In difficoltà perché si era ritrovato sulle roccette, dopo aver sbagliato il percorso e aver preso la Direttissima “estiva”, mentre tentava di raggiungere la vetta del Corno Grande, ha richiesto l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico.

Massimiliano Berghella lancia un accorato appello alla cittadinanza affinché si rispettino le norme volte ad evitare il diffondersi del virus.