Marted 22 Giugno 2021

Cronaca

Stazione Ornitologia Abruzzese: far west sulle spiagge della regione. A Cerrano bravate pericolose di parapendii a motore

08/05/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
Stazione Ornitologia Abruzzese: far west sulle spiagge della regione. A Cerrano bravate pericolose di parapendii a motore

La SOA scrive al prefetto e a altri enti: sanzionare questi comportamenti, serve sorveglianza.

Dopo i mezzi meccanici su nidi del Fratino e su piante rarissime, ecco le manovre spericolate di parapendii che non solo disturbano la fauna in un'area protetta, quella del Cerrano, ma mettono a rischio l'incolumità dei cittadini. La denuncia è della Soa, Stazione Ornitologica abruzzese, i cui  volontari  erano impegnati all'altezza della Torre di Cerrano nel monitoraggio dei fratini.

"Alle 17:15 sono arrivati da nord due parapendii a motore. Uno volava a quota bassissima sfiorando letteralmente il bagnasciuga. Il tutto con diverse persone sulla spiaggia, bambini compresi. A quel punto, non contento, proprio a pochi metri dalla testa dei presenti, ha fatto una spericolata virata a 180 gradi per tornare indietro.

Sarebbe bastato un errore umano o un malfunzionamento meccanico per causare un incidente che avrebbe potuto trasformarsi in tragedia. Il sorvolo delle aree protette è vietato, tranne apposite autorizzazioni. Non sappiamo se siano state chieste e rilasciate (comunque non consentirebbero certo di volare in quel modo!). -Continua l'associazione che ha realizzato anche un video di quanto accaduto -

Inoltre a Cerrano è severamente vietato disturbare la fauna selvatica, addirittura in questo caso in un momento delicatissimo per la riproduzione di diverse specie. Per questo la SOA ha scritto al prefetto di Teramo e agli altri enti affinché la bravata sia sanzionata, chiedendo altresì controlli reali su un litorale che sempre di più ci pare terra di nessuno".

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Provincia di Teramo

Potrebbero interessarti

Il bilancio dei pazienti deceduti non registra alcun nuovo caso, un nuovo ingresso in terapia intensiva

La Asl Lanciano Vasto Chieti mette a disposizione 12mila vaccini da inoculare entro il 1 luglio

Prevede un'intensa e capillare attività da parte della Guardia Costiera di Pescara con l'impiego di 54, tra uomini e donne, 12 unità navali e 13 mezzi a terra, con l'obiettivo di diffondere la cultura della responsabilità e della prevenzione in mare.