Domenica 28 Febbraio 2021

Cronaca

Sorpreso con un revolver rubato arrestato dei Carabinieri 28enne residente a Treglio

23/10/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Sorpreso con un revolver rubato arrestato dei Carabinieri 28enne residente a Treglio

Le perquisizioni erano partite nel corso delle indagini su un procedimento penale che lo vede coinvolto con la denuncia da parte di una donna.

È stato arrestato stamane dai Carabinieri di San Salvo, in collaborazione con i Militari dell'Arma di San Vito Chietino D.R.A., 28 anni residente a Treglio e domiciliato a San Salvo, trovato in possesso di una pistola rubata. L'arma è stata scoperta nel corso della perquisizione nelle due abitazioni disposta dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Vasto, Dott. Michele Pecoraro, in relazione ad un procedimento penale instaurato, a seguito di denuncia da parte di una donna, per lesioni e violenza privata, nel corso del quale i militari avevano avuto notizia che il destinatario del provvedimento potesse detenere illegalmente un’arma.

 

 

 

 

Stamane i Carabinieri unitamente a unità cinofile antidroga e per la ricerca di armi ed esplosivi di Chieti, hanno eseguito la perquisizione e nel corso delle operazioni di ricerca, eseguite contestualmente a San Salvo e Treglio hanno rinvenuto occultata negli arredi domestici, la  pistola revolver, marca Franchi, risultata oggetto di furto nel 1998 a Ortanova (FG) completa di 6 cartucce cal. 38 special. Al termine delle formalità di rito, l’arrestato, che dovrà rispondere di detenzione illegale di arma comune da sparo e ricettazione, è stato condotto alla Casa Circondariale di Vasto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente in attesa della udienza di convalida. Verranno svolte nei prossimi giorni prove di tiro presso Poligono certificato, atte a verificare la funzionalità e la potenzialità offensiva dell’arma sequestrata, prima della restituzione al legittimo proprietario

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

La vittima, una donna di nazionalità romena, da tempo veniva vessata ed aggredita dal suo ex fino a dover ricorrere ad un centro antiviolenza.

Ha riconosciuto su una piattaforma di vendite on-line la sua console X-Box 360 che qualcuno, la settimana scorsa, gli aveva rubato nel suo appartamento a Pescara e ha organizzato un incontro con il venditore senza dimenticarsi di avvisare il “113”.

In difficoltà perché si era ritrovato sulle roccette, dopo aver sbagliato il percorso e aver preso la Direttissima “estiva”, mentre tentava di raggiungere la vetta del Corno Grande, ha richiesto l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico.

Massimiliano Berghella lancia un accorato appello alla cittadinanza affinché si rispettino le norme volte ad evitare il diffondersi del virus.