Sabato 19 Settembre 2020

Cronaca

Sequestrata dicarica abusiva a Cappelle sul Tavo

13/08/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Sequestrata dicarica abusiva a Cappelle sul Tavo

I Militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale – Nipaaf del Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, hanno posto sotto sequestro, già convalidato dal P.M. Dott.ssa Anna Benigni, una discarica abusiva di circa 700 metri quadrati e depositato presso la locale Procura della Repubblica una denuncia contro ignoti per incendio boschivo e gestione di rifiuti non autorizzata in località “Terrarossa” di Cappelle sul Tavo (PE).

La segnalazione dell’incendio boschivo ai Repertatori Anti Incendi Boschivi del Nipaaf, le cui indagini sono seguite pure dalla Dott.ssa Anna Benigni, è giunta il 4 agosto scorso dalla Centrale Operativa 1515, a sua volta allertata dai Forestali del Nucleo Carabinieri Cites di Pescara, impegnati in altro servizio esterno. I complessi accertamenti in sede di sopralluogo, oltre ad alcune testimonianze contrastanti, non hanno consentito, per il momento, di individuare il responsabile dell’incendio boschivo, che ha interessato una decina di ettari di vegetazione, tra boscata ripariale, cespugliata ed erbacea secca.

Invece, le fiamme hanno portato alla luce una discarica abusiva, nella quale sono stati trovati rifiuti combusti di varia natura, tra cui pneumatici, rifiuti ingombranti, materiali edilizi di scarto più o meno interrati, lastre di eternit ed un’autovettura con targa parzialmente leggibile. Non ha aiutato l’opera di accertamento dei Forestali neanche la presenza sul posto di numerose e diverse strutture, interessate o minacciate dal fuoco: abitazioni varie, un ex maneggio abbandonato, un impianto di lavorazione di inerti, terreni coltivati su una ex discarica comunale, etc.. Inoltre, sono ancora in corso gli accertamenti tecnici per stabilire con precisione la superficie percorsa dall’incendio, il punto d’innesco ed il suo andamento sul terreno, condizionato dal forte vento e dalla presenza dei numerosi rifiuti presenti nell’area.

“L’Autorità Giudiziaria competente”, ha dichiarato il Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Pescara, “è stata informata dell’accaduto anche con apposito fascicolo fotografico ed è stata richiesta la possibilità di effettuare ulteriori particolari attività d’indagine, necessarie all’accertamento dei responsabili sia dell’incendio che della discarica abusiva”.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Controlli a tappeto su tutto il territorio da parte delle forze dell'ordine e da ore continua il Tam Tam sui social lanciato dai familiari disperati.

Ha partecipato all'evento la cantante abruzzese Simona Molinari reduce dal suo Tour di successo. Nel corso dell'iniziativa non sono mancati momenti di riflessione e sono stati resi noti i dati statistici dei decessi sulle strade italiane ed abruzzesi non certo confortanti.

Oltre 500 posti letto dedicati, un Covid hospital aperto ad Atessa in appoggio all'ospedale di Chieti, 37.521 tamponi effettuati finora (parte dei quali nei due “drive-in” aziendali attivati ad Atessa e Ortona), 23.338 pazienti gestiti in quarantena, 103.897 telefonate per la sorveglianza domiciliare, altre 26.182 telefonate ricevute dai medici disponibili al numero verde per le informazioni sul Coronavirus: sono alcuni dei numeri del piano straordinario con cui la Asl Lanciano Vasto Chieti ha fronteggiato nel 2020 l’emergenza Covid-19, uno sforzo enorme da parte di tutti gli operatori sanitari, tecnici e amministrativi, rispetto al quale l'Azienda fa un primo bilancio in occasione della Giornata mondiale della sicurezza delle cure e della persona assistita che si celebra domani, giovedì 17 settembre

I finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale di Pescara hanno sorpreso l'uomo proprio mentre stava occupandosi delle 160 piante illecite. La sostanza stupefacente, una volta essiccata e immessa sul mercato, avrebbe fruttato ricavi per 200mila euro