Sabato 08 Agosto 2020

Cronaca

San Vito Chietino, adolescente ubriaca soccorsa sulla Via Verde Costa dei Trabocchi

10/07/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
San Vito Chietino, adolescente ubriaca soccorsa sulla Via Verde Costa dei Trabocchi

Sarebbe giunta da Pescara in treno con alcuni amici, poi, in preda ai fumi dell’alcol si sarebbe sentita male.

Era insieme agli amici, un gruppetto di adolescenti, giunti in treno da Pescara a San Vito Chietino, nei pressi della spiaggia di Rocco Mancini, per godere di un pomeriggio all’insegna del mare e del divertimento, ma forse esagerando un po’ troppo con birra e vino, è così che una ragazzina si è accasciata a terra, proprio mentre stava andando via, non riusciva a tenersi in piedi, i suoi amici, anche loro piuttosto alterati, l’hanno circondata tentando di farla riprendere, ma nulla. Nessuno di loro se la sentiva di chiamare i soccorsi. Per fortuna ci hanno pensato i bagnanti, che vista la scena sono subito accorsi dalla ragazzina, l’ hanno sollevata ed hanno allertato la guardia medica che è giunta sul posto insieme ad un’ambulanza del 118. Sono stati chiamati i genitori della giovane e la minorenne è stata portata via dall’ambulanza. Un episodio che sembra non essere isolato. Le persone presenti oggi sulla pista ciclopedonale hanno temuto il peggio. Purtroppo, secondo le statistiche, non sono pochi i giovani che in età adolescenziale fanno uso ed abuso di alcol, la “bevuta” o “Il bicchiere” o “ la tazza”, è ormai di grande moda per una spasmodica ricerca dello sballo a tutti i costi. Ma non è accettabile vedere una ragazzina ridotta in quelle condizioni in un pomeriggio d’estate.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Alla donna è stato riconosciuto un ruolo determinante in seno all'organizzazione dedita al trasporto e allo spaccio di cocaina ed una pericolosità sociale.

Tra loro 7 minorenni tra i 15 e i 17 anni, tutti asintomatici, Lo conferma la Asl di Teramo

Operazione congiunta delle forze dell'ordine, come era stato preannunciato dal sindaco nei giorni scorsi, volta a ripristinare la legalità anche nel commercio.

La Guardia di Finanza di Ortona, ha sottoposto a sequestro 35.000 litri di gasolio stoccato in un deposito non autorizzato di Atessa (CH).