Domenica 19 Settembre 2021

Cronaca

Coronavirus, positivi 4 dipendenti del Centro Medico Madonna del Ponte di Lanciano, l'attività prosegue in sicurezza

29/10/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Coronavirus, positivi 4 dipendenti del Centro Medico Madonna del Ponte di Lanciano, l'attività prosegue in sicurezza

L'amministratore Camponetti fa chiarezza sulla situazione e rassicura sull'operato della struttura. “Siamo tutti negativi e abbiamo sottoposto il Centro a ulteriore e accurata sanificazione”

Quattro dipendenti del Centro Medico Madonna del Ponte di Lanciano sono risultati positivi al Covid 19. Ad annunciarlo, con una nota è il dott. Moreno Camponetti, amministratore unico del Centro, che ha scelto di ufficializzare questa situazione per evitare notizie inesatte e voci che rischiano di amplificarsi e di creare ulteriori timori e preoccupazioni non solo nei pazienti, ma anche in città. Camponetti spiega che qualche giorno fa una dipendente ha accusato dei sintomi, ha subito avvisato il suo medico curante che l'ha invitata a lasciare il posto di lavoro e a mettersi immediatamente in quarantena. "Nonostante l'iter corretto e la velocità del protocollo adottato, evidentemente i contatti avuti con altri tre dipendenti, hanno allargato il contagio, che è stato subito circoscritto. – dice l'amministratore unico del Centro il quale sottolinea che sono state attivate tutte le procedure stabilite, "Noi tutti abbiamo eseguito i tamponi e siamo negativi, l'intera struttura è stata sottoposta di nuovo ad accurata sanificazione. Tengo a precisare - continua Camponetti - che la sanificazione viene effettuata periodicamente, secondo le prescrizioni di legge. L'attività, quindi, prosegue in tranquillità e in sicurezza, la salute del personale e degli utenti è l'obiettivo prioritario del nostro Centro. “Siamo riusciti ad attraversare indenni i mesi di marzo e aprile in piena emergenza Covid, abbiamo continuato a lavorare osservando scrupolosamente tutte le indicazioni e cercando per quanto possibile, di conservare un clima di serenità. Siamo in prima linea come tanti altri colleghi e il timore che prima o poi qualcosa potesse succedere l'abbiamo avuto, ma ci siamo sempre adoperati perchè non si verificassero condizioni di rischio. Come molti sanno nelle scorse settimane ci eravamo attivati per eseguire tamponi e analisi sierologica, una iniziativa che aveva raccolto consensi e presenze e che purtroppo è temporaneamente sospesa per ragioni indipendenti da noi, ma non abbiamo abbandonato questo progetto, stiamo lavorando per riprendere in tempi brevi e contribuire così a dare risposte a una richiesta che diventa sempre più pressante”. Il dottor Moreno Camponetti conclude ribadendo la sicurezza del loro operato, l'attenzione e la professionalità di tutto il personale e la cura che viene da sempre rivolta ad ogni paziente che sceglie il Centro Medico Madonna del Ponte.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Lo annuncia la Asl che si unisce al cordoglio e si fa portavoce dei colleghi della neonatologia di Chieti e dei tanti piccoli pazienti che la dottoressa ha curato, che vogliono ringraziarla per la sue grandi doti professionali e per il suo cuore grande.

L'avvocato 48enne di Pescara era scomparso sulla Maiella oltre due anni fa.

Cerimonia a Pescara alla quale hanno partecipato i familiari, la signora Giuseppina e il figlio Alberico, le autorità civili, militari e religiose.

70 pazienti (-3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 7 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva