Lunedì 06 Febbraio 2023

Cronaca

Montesilvano, indagini a tutto campo dopo l'assalto alla Villa di Saturnino De Cecco

25/01/2023 - Redazione AbruzzoinVideo
Montesilvano, indagini a tutto campo dopo l'assalto alla Villa di Saturnino De Cecco

Quasi 40 minuti di terrore vissuti dal noto imprenditore azionista dell'azienda che produce pasta, dalla moglie e dalla figlia. "Abbiamo avuto la fortuna che quando la situazione stava precipitando è scattato l'allarme"

Indagini a tutto campo da parte dei Carabinieri dopo la rapina, nella villa di Montesilvano Colli di proprietà dell'imprenditore Saturnino De Cecco, membro della famiglia proprietaria del pastificio.

In azione quattro malviventi con il volto travisato e armati che, entrati nell'abitazione,  hanno chiuso moglie e figlia dell'imprenditore in cucina ed hanno costretto l'uomo ad aprire la cassaforte, per poi impossessarsi di gioielli e orologi di pregio. I rapinatori sono  fuggiti con il bottino, fuori li attendeva un loro complice in auto a bordo della  quale si sono dileguati.

"Un momento traumatico. Quando ti entrano in casa e ti sequestrano la famiglia è grave. Bisogna mantenere la calma, seguire le indicazioni ed essere il più accondiscendente possibile. Che è quello che poi ho fatto. Sono stato molto calmo e per fortuna è andata bene". Così Saturnino De Cecco, uscendo dal Comando dei Carabinieri di Montesilvano insieme alla moglie Sheila D'Isidori, racconta ai cronisti gli istanti della rapina durata "quasi 40 minuti".  "Abbiamo avuto la fortuna che quando la situazione stava precipitando è scattato l'allarme - dice la donna - Si sono spaventati e sono scappati. Ma non era quella l'intenzione. Sarebbero rimasti ancora. Avevano già preso tutto, ma volevano e chiedevano altro". "Pensavano di trovare di più - riprende l'imprenditore - ma io gli avevo dato qualsiasi cosa. Si cerca di salvaguardare la famiglia. Il mio obiettivo più importante era quello. Siamo stati fortunati, perché era partita molto male. Erano armati di coltello. Minacciavano di avere delle pistole, ma non le abbiamo viste. Quando qualcosa non gli piaceva mi colpivano", racconta ancora De Cecco, che riferisce di essere stato colpito al volto dai malviventi.

Intanto sono serrate le indagini da parte dei militari dell'Arma che in queste ore stanno analizzando con estrema attenzione le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona dove si trova la villa. Controlli e riscontri meticolosi anche sull'autovettura sulla quale i malviventi sono fuggiti dopo il colpo, sembra un’Audi rubata poche ore prima di dirigersi alla villa di De Cecco.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Montesilvano Rapine

Potrebbero interessarti

Doria è stata evacuata e spente le fiamme. L'intervento è durato dalle 23 di 1 febbraio 2023 fino alle 5 di 2 febbraio 2023 e non vi sono state feriti."

Sono stati perseguiti gli obiettivi primari assegnati dal Ministero dell’Interno alla Specialità della Polizia di Stato.

Grazie alla sottoscrizione di questo accordo, i Finanzieri avranno la possibilità di accedere rapidamente a dati e notizie al fine di individuare le eventuali contraddizioni con quanto dichiarato attraverso l’ISEE, la DSU e l’effettivo tenore di vita.

I Finanzieri della Tenenza di Nereto, nell’azione a contrasto del gioco illegale, hanno sottoposto a sequestro amministrativo n. 3 apparecchi da intrattenimento.