Domenica 20 Settembre 2020

Cronaca

Lanciano, trovato dai carabinieri in possesso di alcuni grammi di droga, arrestato pusher di Perano

08/08/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
Lanciano, trovato dai carabinieri in possesso di alcuni grammi di droga, arrestato pusher di Perano

Nascondeva in un pacchetto di sigarette cocaina. Nella sua abitazioni trovata altra droga ed un bilancino di precisione.

Continuano i controlli sul territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Lanciano, agli ordini del comandante Vincenzo Orlando, per prevenire e reprimere fatti criminosi legati alla droga ed ancora una volta nella rete finisce uno spacciatore. Si tratta di un uomo di Perano trovato in possesso di alcuni grammi di cocaina che aveva nascosto in un pacchetto di sigarette. I militari agli ordini del Capitano Vincenzo Orlando, nel pomeriggio di ieri, a Selva di Altino, hanno intercettato un’utilitaria Fiat Punto con a bordo un uomo che procedeva speditamente in direzione Piane d’Archi. Tempestivamente seguito, il veicolo è stato successivamente raggiunto e sottoposto a controllo. L’uomo alla guida dell’auto è sembrato subito irrequieto, cosi i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deciso di approfondire le verifiche eseguendo una perquisizione personale e veicolare che ha portato al rinvenimento, sotto la scatola dello sterzo, di un pacchetto di sigarette contente un involucro con 8 grammi di cocaina. La perquisizione è stata subito estesa all’abitazione dell’uomo ed anche qui i Carabinieri hanno trovato altri 3 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione, a conferma della finalità di spaccio della droga sequestrata. A seguito di tale rinvenimento, l’uomo, M.T. 53 anni, di Perano, è stato arrestato su disposizione della Procura della Repubblica di Lanciano e posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida e del giudizio direttissimo previsti per la mattinata odierna. Sono in corso verifiche per stabilire la provenienza dello stupefacente, sicuramente destinato alla zona frentana.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

I Carabinieri del Norm di Atessa e i colleghi di Archi hanno atteso che la donna rientrasse in Italia per dare esecuzione al provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari emesso nei suoi confronti.

Un innesto importante perché coincide con un momento delicato come quello della riapertura delle scuole, con tantissimi studenti abruzzesi che utilizzano quotidianamente il trasporto pubblico per le attività scolastiche.

Una settimana di intensa attività preventiva/repressiva volta ad arginare impropri comportamenti in ambito ferroviari ed a sensibilizzare i viaggiatori al rispetto delle misure anti covid – 19.