Mercoledì 24 Febbraio 2021

Cronaca

La Polizia di Stato di Pescara denuncia un 19enne per spaccio di sostanze stupefacenti

15/01/2021 - Redazione AbruzzoinVideo
La Polizia di Stato di Pescara denuncia un 19enne per spaccio di sostanze stupefacenti

Gli agenti sono intervenuti in un parco pubblico cittadino frequentato da minori dopo aver ricevuto una segnalazione.

Nel pomeriggio di ieri la Squadra Volante della Polizia di Stato di Pescara è intervenuta per segnalazione di spaccio di droga, in un parco pubblico di via Tirino, frequentato anche da minorenni. Giunti sul posto gli agenti  hanno notato due giovani in atteggiamento sospetto che, alla vista della pattuglia, hanno cercato di allontanarsi per eludere il controllo di polizia. Uno dei due, poi identificato per C.L., 19enne incensurato di Montesilvano, ha tentato di disfarsi, lanciandoli sotto una macchina, di 2 involucri recuperati dagli agenti e risultati contenere 5 grammi di sostanza stupefacente di tipo marijuana. in  terra sono stati trovati e sequestrati altri involucri termosaldati di plastica solitamente usati per contenere dosi di sostanza da spacciare. C.L. è stato altresì trovato in possesso di 755,00 euro in contanti, in banconote di piccolo e medio taglio (10 e 20 euro) dei quali non ha saputo spiegare la provenienza, probabile provento dell’attività di spaccio. Il 19enne è stato pertanto denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, con sequestro dei contanti e della sostanza stupefacente. L’altro giovane, ventenne, è stato trovato in possesso di 3,17 grammi di marijuana, e pertanto sanzionato sotto il profilo amministrativo ai sensi dell’art.75 DPR 309/1990.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Polizia di Stato

Potrebbero interessarti

Dopo ore di ricerche protratte per tutta la notte, grazie ad un drone del Soccorso Alpino e Speleologico, nelle prime ore del mattino è stato individuato il disperso in una zona molto impervia della parete sud del Monte Vettore.

Il Sindaco di Lanciano Mario Pupillo ha emesso questa mattina l'ordinanza di sospensione delle attività didattiche in presenza della scuola dell'infanzia di Olmo di Riccio.

Eseguiti 248 test antigenici: un solo positivo. Giangiulli: "Le imprese hanno compreso quanto sia importante lavorare in sicurezza".

Lo comunica il sindaco che ha ricevuto in serata notizia dalla Asl di 16 nuovi positivi.