Mercoledì 27 Maggio 2020

Cronaca

La Polizia di Stato di Pescara arresta un cittadino polacco per tentato un furto in un bar.

28/03/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
La Polizia di Stato di Pescara arresta un cittadino polacco per tentato un furto in un bar.

La scorsa notte, la Squadra Volante è intervenuta in via Regina Margherita per segnalazione di un furto in atto in un bar

La segnalazione è giunta dal titolare dell’attività commerciale che, ricevuto l’allarme intrusione dal sistema di allarme, si è collegato alle telecamere di sorveglianza scorgendo un uomo intento a scassinare la porta di ingresso. Appena giunti sul posto, gli operatori non hanno rilevato la presenza del segnalato, ma tra due auto posteggiate, hanno notato uno zaino che il proprietario del bar guardando le immagini aveva notato al seguito del ladro. Ulteriori accertamenti hanno permesso di constatare che l’individuo, tramite un oggetto appuntito, aveva tagliato una parete in plastica della veranda prospicente l’attività. Dopo alcuni istanti, i poliziotti hanno notato un uomo corrispondente alle descrizioni fornite che, non accorgendosi della loro presenza, ha tentato di riappropriarsi dello zaino. L’uomo invitato dagli operatori a fermarsi per procedere al controllo ha subito cercato di allontanarsi. E’ stato pertanto rincorso e bloccato nonostante la forte resistenza opposta cercando di colpire gli operatori. Sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di un paio di forbici probabilmente utilizzate per tagliare la veranda. Successivamente l’arrestato dopo aver cercato nuovamente di scappare all’atto di farlo accomodare nella vettura di servizio, è stato trasportato presso gli Uffici della Questura e identificato per H. V. 50enne polacco, ristretto nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna.

CONDIVIDI:

TAG TEMATICI

Polizia di Stato Pescara

Potrebbero interessarti

L'importante indagine avviata nel 2019 dai carabinieri della Compagnia di Giulianova e coordinata dalla Procura di Teramo ha permesso di sgominare una banda dedita al traffico di droga

Una mandria di bovini ha sconfinato, senza alcuna autorizzazione e soprattutto senza controllo, in un’area del Parco con circa un mese di anticipo rispetto a quanto previsto dalla normativa vigente. L’episodio è accaduto nei giorni scorsi in località Templo, nel Comune del Gioia dei Marsi, dove i bovini si sono recati perché incustoditi nell’area di svernamento, ubicata più a valle.

Guarite 45 persone in più rispetto a ieri, mentre tocca quota 400 il numero dei decessi dall'inizio dell'emergenza, più 2 rispetto a ieri

Ennesimo Incidente stradale a Lanciano in via De Crecchio all'incrocio con via Veneto