Domenica 28 Febbraio 2021

Cronaca

La Polizia di Stato di Pescara arresta 3 pregiudicati a seguito di “spaccata” presso un bar pizzeria di via Marconi

25/09/2020 - Redazione AbruzzoinVideo
La Polizia di Stato di Pescara arresta 3 pregiudicati a seguito di “spaccata” presso un bar pizzeria di via  Marconi

Questa notte, attorno alle 4.30, la Polizia di Stato è intervenuta in via Marconi a seguito di una segnalazione al 113 di una spaccata in atto nel “Bar Pizzeria Marconi”.

Tre individui, di cui uno rimasto fuori come “palo”, hanno forzato e sfondato la porta di ingresso utilizzando vari arnesi da scasso tra cui un palanchino di ferro, si sono introdotti all’interno rovistando il locale ed impadronendosi del fondo cassa (circa 40 euro in monete). Appena usciti dal bar gli uomini sono saliti su un’autovettura tentando la fuga a forte velocità ma la macchina è stata immediatamente intercettata e bloccata da 2 Volanti sopraggiunte. Tutti e 3 i fermati hanno tentato la fuga dopo aver aggredito fisicamente gli agenti (3 dei quali hanno riportato lesioni guaribili in giorni 7). Uno dei tre scendendo dall’auto e ha tentato di scappare a piedi ma è stato rincorso dagli agenti e bloccato dopo inseguimento appiedato. Sono stati quindi identificati per i pregiudicati L.B. 23enne e G.A. 28enne, entrambi di Napoli e A.S.R. 33enne cittadino egiziano dimorante a Pescara senza fissa dimora. Sottoposti a perquisizione sono stati trovati in possesso del denaro asportato nella cassa del bar (poi restituito al proprietario) e di innumerevoli arnesi da scasso (palanchino, pinze, cacciaviti ed un mattone di pietra). I malfattori, pertanto sono stati tratti in arresto in flagranza di reato ed associati in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria dovendo rispondere di rapina aggravata, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Nei confronti del conducente del veicolo (il 23enne L.B) si procede anche per le violazioni al codice della strada essendo senza patente e con veicolo senza assicurazione. Ulteriori accertamenti di polizia giudiziaria sono in corso per verificare se gli arrestati hanno commesso la stessa notte un’altra “spaccata“, presso esercizio commerciale di via G. D’Annunzio ove è stata infranta una porta di vetro con un mattone.

CONDIVIDI:

Potrebbero interessarti

Ha riconosciuto su una piattaforma di vendite on-line la sua console X-Box 360 che qualcuno, la settimana scorsa, gli aveva rubato nel suo appartamento a Pescara e ha organizzato un incontro con il venditore senza dimenticarsi di avvisare il “113”.

In difficoltà perché si era ritrovato sulle roccette, dopo aver sbagliato il percorso e aver preso la Direttissima “estiva”, mentre tentava di raggiungere la vetta del Corno Grande, ha richiesto l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico.

Massimiliano Berghella lancia un accorato appello alla cittadinanza affinché si rispettino le norme volte ad evitare il diffondersi del virus.

9 i nuovi decessi. Crescono i ricoveri in terapia intensiva, più 3 rispetto a ieri.